Nel ciclismo le situazioni cambiano repentinamente, ma per ora abbiamo una certezza in questo intrigante e per certi versi drammatico Tour de France 2015: Chris Froome è il padrone. Protetto da una grande squadra, sorprendente sul pavè, impressionante sulle salite brevi. Chiaro, la vera Grand Boucle comincia adesso, ma per ora le news sono queste.

PRIMA SETTIMANA

Il doping di Paolini e il dramma di Basso hanno lasciato il segno più delle cadute, del vento, del pavè, delle difficoltà di Vincenzo Nibali, in ritardo (oltre 2′ da Froome), ma non ancora battuto. Quintana e Contador promettono scintille in montagna, Vincenzo ha orgoglio smisurato. La corsa è in mano al britannico, ma dopo le tre giornate sui Pirenei la situazione potrebbe essere ben differente. Altri outsider sono messi benissimo in classifica, Van Garderen su tutti, ma la consistenza dell’americano sulle lunghe salite è tutta da verificare. Resta una situazione aperta a ogni possibile soluzione. Di certo ci aspettiamo una sfida molto combattuta tra i ‘quattro tenori’ da qui in avanti, con il percorso che non prevede, in teoria, nemmeno una tappa per  velocisti fino a Parigi né cronometro.

PIRENEI

Tre giorni di fuoco. Si parte oggi con la decima tappa, Tarbes-La Pierre Saint Martin, km 167, arrivo in salita inedito. Frazione ondulata con l’ascesa finale che porta a 1610 metri: La Pierre Saint Martin è il proseguimento del Col de Soudet ed è proprio al confine con la Spagna. Salita impegnativa: sono 15,3 km al 7,4% di pendenza media, ma punte del 10,8% al 2° chilometro, del 10,3% all’8° chilometro. La prima parte è più dura, invece gli ultimi cinque chilometri sono più facili con pendenze tra il 3 e il 7 per cento. Qualcosa succederà, statene certi.

CLASSIFICA GENERALE

1. Christopher Froome (Gbr, Sky) in 31h34’12″
2. Tejay Van Garderen (Usa, Bmc Reacing) a 12″
3. Greg Van Avermaet (Bel, Bmc) a 27″
4. Peter Sagan (Svk) a 38″
5. Alberto Contador (Esp) a 1’03″
6. Rigoberto Uran Uran (Col) a 1’18″
7. Alejandro Valverde (Esp) a 1’50″
8. Thomas Geraint (Gbr) a 1’52″
9. Nairo Quintana (Col) a 1’59″
10. Zdenek Stybar (Cze) a 1’59″
11. Tony Gallopin (Fra) a 2’01″
13. Vincenzo Nibali (Ita) a 2’22″