Il pallone calciato in curva sud all’Olimpico da Franceco Totti al termine della gara tra Roma e Genoa è un cimelio preziossimo già inseguito da migliaia di collezionisti. A 24 ore dall’ultimo spettacolo del Capitano giallorosso, è venuto fuori il nome del ragazzo che ha raccolto la sfera.

Si tratta del 26enne Thomas Lintozzi. Contattato dalla Gazzetta dello Sport, il ragazzo ha affermato di avere già ricevuto offferte da capogiro per vendere il pallone.

“Qualcuno è arrivato addirittura a offirmi ‘qualsiasi cifra’ pur di cedere il cimelio. Ma non se ne fa nulla. Io sono un ragazzo nato in curva, innamorato della Roma, di Totti. Ieri ho vissuto una sensazione particolare perché in pochi minuti sono passato dalla disperazione e le lacrime per l’addio di Francesco alla gioia di poter stringere questo pallone”.

“Da stamattina il mio telefono squilla in continuazione” ha aggiunto Lintozzi “amici, giornalisti, collezionisti. Il pallone non lo vendo, me lo tengo stretto. Francesco Totti l’ho amato da quando andavo al’asilo. Per me la parola calcio coincide con lui. Lo ringrazirò per sempre per quello che ha dato”.

E a proposito di cimeli sportivi , il pezzo da collezione più costoso di sempre è una maglia di George Herman Ruth, battuta all’asta per 4,4 milioni di dollari. Non male anche la valutazione della pallina del 70esimo fuoricampo stagionale di Mark McGwire, roba da 3 milioni di dollari, e le regole del calcio dello Sheffield F.C, valutate 1,4 milioni. Chissà se per una cifra del genere, le buone intenzioni di Thomas continuerebbero a resistere.