Totti e Spalletti avrebbero litigato alla fine di Atalanta-Roma. Sull’episodio mancano conferme, ma la scintilla sarebbe stata una frase del tecnico: “Sono dieci anni che fate figure di m…”.

C’è chi sussurra, così come riporta la Gazzetta dello Sport, che i due siano addirittura venuti alle mani.

Tra allenatore e capitano, dunque, la tensione sarebbe di nuovo alle stelle, dopo le polemiche di due mesi fa intorno al ruolo sempre più marginale di Totti, scoppiate dopo l’intervista-bomba del calciatore rilasciata alla Rai.

La calma ristabilita nelle ultime settimane, complice i positivi risultati della Roma e l’impiego (pur centellinato) dell’ex Pupone, interrotta dal deludente pareggio rimediato contro l’Atalanta?

Luciano Spalletti, in dichiarazioni apparse sul sito ufficiale dell’As Roma, smentisce l’episodio. Ecco quanto si legge: nella nota-intervista.

“Quanto leggo mi sorprende molto visto che, essendo stato espulso, non sono rientrato nel sottopassaggio con i calciatori. Ho atteso i giocatori nello spogliatoio e ovviamente ho avuto delle cose da dire visto che non ero contento di come è andata la partita. Smentisco nel modo più categorico che ci sia stata una lite o peggio ancora un confronto fisico con chiunque dei miei calciatori. Io non metto le mani addosso ai miei giocatori. Adesso basta perdere tempo, da domani al lavoro per la gara contro il Torino”.

Sarà, ma intanto le parole di Spalletti nella conferenza stampa del dopo-partita lasciano molti dubbi: “Totti non è stato il salvatore della Roma, il pareggio è stato merito della squadra. Ha fatto un gran gol, ma quella rete lì la fa anche tra tre anni. Lui certi colpi ce li ha, sono altre le cose che non vengono alla luce. Lavorateci un po’ ed usciranno”.