Fernando Torres è sbarcato oggi a Linate per iniziare la sua avventura con la maglia del Milan. E ha subito lanciato proclami, sventolando la sciarpa rossonera: “Per me è un onore essere qui. Riprendiamoci subito la Champions League”. Il Nino ha lasciato il Chelsea ed è arrivato al Milan con la formula del prestito. L’aereo è arrivato con un’ora di ritardo, l’attaccante iberico vuole ritrovare puntualità in zona gol.

Centinaia di tifosi hanno atteso il suo sbarco. E’ tantissima la voglia del pubblico fedele al Diavolo di riavere un bomber con il gol nel sangue. “Voglio stare qui tanti anni. Conosco qualche giocatore come Alex, Essien, Diego Lopez. Anche Demetrio Albertini mi ha parlato bene del Milan, è un mio grande amico”. A Milan Channel, Torres svela anche un retroscena del passato: “Quando vestivo la maglia dell’Atletico Madrid, sono stato vicino al Milan. Si parla di tanti anni fa. Conosco la storia gloriosa di questa Società, chi non la conosce?”. 

L’attaccante ha già parlato con Pippo Inzaghi e, arrivando in clinica, ha trovato lo stesso calore dell’aeroporto. Adriano Galliani, sorridente, ha spiegato: “Questi sono i tre giorni del Condor, io colpisco sempre in questo periodo. E’ vero, nel 2007 poteva venire da noi, ma costava 37 milioni e finì al Liverpool”.