Ecatombe italiana al Torneo di Wimbledon, dove, dopo il primo turno, restano in gara solo tre azzurri. Si tratta di Andreas Seppi, Fabio Fognini e Camila Giorgi.

Niente da fare per Sara Errani. Alla romagnola è stato fatale l’incrocio con Aleksandra Krunic, la stessa che nel primo turno si era sbarazzata di Roberta Vinci.

La Errani si è arresa con il punteggio di 6-3 6-7 (2) 6-2, al termine di un match durato due ore e sei minuti. Una autentica impresa quella della tennista serba, che è alla prima esperienza nel tabellone principale del Torneo di Wimbledon.

L’unica portabandiera dell’Italia sopravvissuta nel tabellona femminile è Camila Giorgi, che dovrà vedersela oggi con la spagnola Lara Arruabarrena.

Nel tabellone maschile sono rimasti Seppi e Fognini, che cercheranno il passaggio al terzo turno. Andreas incrocerà la racchetta con il croato Borna Coric, cosniderato uno dei maggiori talenti della nuova generazione, mentre Fabio incontrerà il tennista canadese Vasek Pospisil.

Nel primo turno, Seppi ha avuto ragione di Brydan Klein (una wild card del Regno unito), mentre Fognini è stato bravo a vincere contro lo statunitense Tim Smyczek.

Al primo turno, intanto, nessun problema sia per Djokovic che per Wawrinka. Il serbo ha battutto in tre set il finlandese Jarkko Nieminen (6-4 6-2 6-3 il punteggio in appena un’ora e 32′. Ora, al terzo turno, Nole affronterà Bernard Tomic.

Tutto ok anche per lo svizzero Stan Wawrinka. Alla testa di serie numero 4 sono bastati un’ora e 34 minuti per vincere contro il dominicano Victor Estrella 6-3 6-4 7-5.

Nishikori ha dovuto lasciare il torneo per colpa di un problema al polpaccio.Il tennista nipponico ha concesso la vittoria a Giraldo senza neanche scendere in campo.

Lo spettacolo non è stato certo favorito dalle altissime temperature: ieri infatti si sono registrati 35,7° con il 40% di umidità, record battuto per il torneo di Wimbledon: il vecchio primato apparteneva alla manifestazione del 1976 con 34,6°.