Si fa sempre più caldo il terreno di gioco sul quale si sfideranno, da mercoledì 30 aprile a domenica 4 maggio, le squadre di calcio del 23esimo Torneo Internazionale di Calcio Giovanile Città di Abano Terme. Per sette squadre europee ed una americana pronte a trattenere fuori dai confini nazionali l’ambito trofeo, altre otto sono le formazioni italiane i cui “Esordienti” accoglieranno la sfida per riportarlo in patria.

Così, alla più importante manifestazione sportiva del territorio Euganeo parteciperanno i club più blasonati del nostro Paese: “ La Juventus – annuncia l’Assessore allo Sport del Comune di Abano, Angelo Montrone – capolista della classifica di Serie A, la Fiorentina, pronta alla finale di Coppa Italia, le due milanesi Inter e Milan, volenterose di far riscattare ai più piccoli un campionato non all’altezza delle aspettative, l’ Atalanta, squadra che sta facendo un’ottima annata nella massima serie, nonché i ragazzi del nostro Padova, tornati a battersi nell’annus horribilis della società di serie B. Ma, ovviamente, a rendermi davvero orgoglioso di questo progetto saranno le nostre due squadre locali Abano e Thermal Abano, felici più che mai del confronto con atleti già formati ed adeguati alle grandi rose cui appartengono”.

E nel chiedersi quale sarà il campione di domani, l’occhio non può fare a meno di andare sui nomi di quelli che furono i campioni di ieri. Nella classe 2001 del Milan, che guida la rispettiva classifica, compare Daniel Maldini, figlio di Paolo e nipote di Cesare Maldini, commissario tecnico dell’Italia ai Mondiali di Francia 1998. E se i due hanno rappresentato la miglior difesa per tanti anni nel club rossonero così come nella nazionale, il piccolo Daniel preferisce non avere la porta alle spalle, ma centrarla a suon di gol, come il suo ruolo di giovane attaccante gli impone.

Stessa sorte per Giovanbattista Ferrara, figlio dell’azzurro Ciro, difensore della Juventus, ma anche vice-allenatore della nazionale campione del mondo nel 2006.

Come lui Edoardo Grabbi, una dinastia in bianconero a partire dal bisnonno centrocampista, Giuseppe, al papà attaccante, Corrado, ora allenatore proprio di una delle formazioni giovanili.

In attesa del fischio d’inizio anche la Presidente del Consorzio Terme Euganee, Angela Stoppato: “ A fianco delle 16 formazioni felici di giocarsi il tutto per tutto in questa competizione che porterà il nome delle Terme Euganee nel mondo, vi sarà una squadra composta da 13 hotel pronti a giocare con loro nella preparazione quotidiana. Il mio riconoscimento va, quindi, agli Hotel Terme Al Sole, Augustus, Aurora, Belvedere, Bologna, Columbia, Excelsior, Igea Suisse, Orvieto, Paradiso, Petrarca, Roma, Smeraldo, prossime case per questi giovani campioni che vi si potranno ritirare durante l’impegno internazionale concedendosi anche qualche momento ludico nelle piscine di acqua termale salsobromoiodica. Con loro ringrazio tutti gli alberghi del territorio ed il territorio stesso che sostiene e fa crescere di anno in anno questo importante evento”.

La manifestazione si aprirà alle 18 di mercoledì 30 aprile con la Cerimonia d’Inaugurazione e la partita delle 19.30 allo “Stadio delle Terme” di Abano. Da giovedì 1 maggio avranno inizio le sfide dei gironi eliminatori fino alle finali di domenica 4.

LEGGI ANCHE

Torneo Abano Terme: otto grandi club esteri per la 23esima edizione

Torneo Abano Terme: ecco il meglio del calcio giovanile di tutto il mondo