Dopo l’ottimo avvio di campionato il Torino sembra aver tirato un po’ i remi in barca e da cinque giornate non riesce a vincere. Anche la sconfitta maturata nel finale durante il derby della Mole contro la Juventus potrebbe aver lasciato qualche segno. Occorre dunque reagire subito a questo trend negativo e l’Inter, in qualità di big, potrebbe rappresentare lo stimolo giusto per ripartire. Però i nerazzurri non solo stanno attraversando un buon momento di forma ma, battendo la Roma intendono proseguire un preciso percorso di vertice, tenendo a bada la Fiorentina, con la quale coabitano in vetta alla classifica.

Ventura con tutta probabilità ripropone il suo tipico 3-5-2 ma la squalifica di Bovo potrebbe costringerlo a far arretrare Vives sulla linea dei tre difensori davanti a Padelli. Allora le chiavi della cabina di regia potrebbero essere affidate a Gazzi, affiancato da Baselli e Benassi. Sull’esterno ancora spazio a Molinaro sulla sinistra e Bruno Peres sul versante destro. Tandem offensivo ancora una volta composto da Quagliarella e Maxi Lopez con Belotti pronto a subentrare.

Mancini deve fare a meno solo di Guarin, squalificato. Rientra in gioco dunque Kondogbia, tenuto fuori nel big match contro la Roma. Lo straordinario momento di Gary Medel è premiato e ne fa le spese Felipe Melo che aveva stupito a inizio campionato. Anche Brozovic è in ottima condizione e sarà lui il cervello del centrocampo nerazzurro. In difesa, al centro gli inamovibili Miranda e Murillo e sulle fasce ancora D’Ambrosio e Nagatomo, molto positivi con la Roma. Nel trio d’attacco invece è probabile un turno di riposo per Perisic, sempre impiegato finora. Torna invece Icardi al centro dell’offensiva, insieme a Jovetic e Palacio.

Torino (3-5-2): Padelli; Glik, Vives, Moretti; B. Peres, Benassi, Gazzi, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Maxi Lopez. All. Ventura.

Inter (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel, Kondogbia; Palacio, Icardi, Jovetic. All. Mancini.