Secondo quanto risulta al quotidiano torinese La Stampa, durante la sessione estiva del calciomercato la squadra granata potrebbe subire numerosi cambiamenti, alcuni anche piuttosto dolorosi per i supporters: sarebbero infatti sul piede di partenza alcuni giocatori fondamentali nello scacchiere di Ventura. La fisionomia del Torino potrebbe cambiare radicalmente, a partire dal pacchetto difensivo, che rischia di vedersi strappare via due pilastri come Kamil Glik e Nikola Maksimovic.

Il polacco, che da tre anni veste anche la fascia di capitano del Torino, quest’anno non è riuscito a confermarsi sugli ottimi livelli della passata stagione. Non solo è mancato il suo apporto realizzativo – lo scorso anno Glik ha messo a segno la bellezza di 7 reti – ma anche dal punto di vista difensivo è stato ben al di sotto delle sue reali possibilità. Per lui è stata un’annata strana, molto complicata sia sul piano personale che professionale. Il giocatore simbolo dell’era Ventura interessa a vari club europei, tra cui il Borussia Dortmund orfano di Hummels e il Leicester campione d’Inghilterra di Claudio Ranieri. Glik ieri ci ha tenuto in particolar modo a essere presente contro l’Empoli: pur di giocare un’ultima volta con la fascia da capitano ben stretta intorno al braccio, è stato schierato esterno destro di difesa. Probabilmente Ventura avrebbe potuto metterlo anche in porta, il difensore polacco non avrebbe mai rinunciato a scendere in campo per l’ultima volta da capitano del Torino.

Come dicevamo in apertura di pezzo, anche Maksimovic è sul piede di partenza: a causa di vari infortuni, quest’anno il suo apporto alla causa granata è stato davvero minimo, solo 16 presenze in campionato per lui. Sembra ormai essere sparito del tutto dai piani della società, che già lo scorso anno trattò la sua cessione al Napoli, poi sfumata.

Oltre alla difesa, che potrebbe dunque subire almeno due perdite importanti, bisognerà monitorare anche la situazione relativa a Ciro Immobile, tornato a Torino in prestito dal Siviglia nel corso del calciomercato invernale. L’attaccante napoletano non ha avuto una grandissima fortuna lontano dai colori granata e sua volontà sarebbe quella di restare in Serie A dopo le non brillantissime esperienze all’estero. Di certo, ci sarà sa mettersi seduti e trattare con il Siviglia, attuale proprietaria del cartellino, per vedere se è possibile limare un po’ gli 11 milioni richiesti per il riscatto. L’attaccante azzurro, da gennaio a maggio 2016 ha collezionato 14 presenze e 5 gol con la maglia del Torino.