Entrambe a metà classifica, Torino e Fiorentina possono dirsi tutto sommato soddisfatte dell’attuale stagione. I precedenti della gara.

IL MOMENTO

Pareggiato gli scontri salvezza con Empoli e Pescara, i Granata hanno ritrovato il successo sette giorni fa, sconfiggendo per 3-1 la Roma grazie al ritorno di Belotti. Definito da Castan il miglior attaccante della massima serie italiana, i numeri gli danno ragione: 1,25 a partita, contro l’1 di Icardi e gli 0,67 di Higuain. Forse è presto per definirlo un patrimonio del movimento azzurro, ma il Gallo sta davvero superando le più rosee aspettative. Qualità che potrebbero mettere in seria difficoltà i Viola di Paulo Sousa, che finora hanno solo perso proprio a Torino, battuti dalla Juve. Il 5-1 al Qarabag in Europa League infonde fiducia ai toscani, che prima non era andati oltre lo 0-0 col Milan, traditi dal palo di Ilicic su rigore. Il fattore ex animerà ulteriormente la sfida: l’allenatore del Torino, Siniša Mihajlović, si è seduto sulla panchina della Fiorentina nella stagione 2010-2011, guidando i gigliati al 9° posto in classifica, e nella stagione successiva, quando venne esonerato dopo 10 giornate di campionato.

LE STATISTICHE

Sono ormai quattro gli anni consecutivi in cui la Fiorentina non riesce a espugnare il fortino granata. Nella scorsa stagione la viola si arrese per 3-1, con le reti messe a segno da Moretti, Quagliarella e Baselli, per il Toro, e da Marcos Alonso per i gigliati. L’ultima loro vittoria risale all’ormai lontano 2008-2009, siglato Mutu, Gilardino (doppietta) e Kuzmanović, mentre il gol della bandiera granata fu messo a segno da Alessandro Rosina dal dischetto. L’ultimo pareggio è della stagione 2014-2015, quando l’incontro terminò 1-1, frutto dei centri targati Quagliarella (Torino) e Babacar (Fiorentina). 67 le partite in Serie A: i piemontesi hanno collezionato 37 vittorie, 18 pareggi e 12 sconfitte, segnando 113 gol e subendone 70.