Il 4 maggio è il giorno del ricordo del Grande Torino. Quella di Superga, datata 1949, è la tragedia più grande del calcio italiano, ma non l’unica.

Tantissime le notizie di cronaca che riportano di aerei caduti su cui si trovavano calciatori e altri uomini di calcio.

Ecco l’elenco dei precedenti.

2 agosto 1931: Giovanni Monti II (ex giocatore del Padova) cade con il suo aereo nel Lago di Garda.

20 aprile 1941: Luigi Barbesino, già capitano del Casale e nazionale azzurro, scompare dai radar in una trasvolata aerea tra la Sicilia e Malta.

4 maggio 1949: è il giorno della Tragedia di Superga. L’incidente aereo calcistico più famoso di tutti i tempi. Perdono la vita 31 persone, tra cui l’intera squadra del Torino.

25 gennaio 1953: Ermanno Silvano (arbitro di Torino) muore in un incidente aereo mentre rientra dalla Sardegna a Roma.

6 febbraio 1958: 8 giocatori del Manchester United, al rientro da un match di Coppa Campioni a Belgrado, perdono la vita schiantandosi al decollo dall’aeroporto di Monaco di Baviera.

16 luglio 1960: stavolta tocca alla Danimarca. All’aeroporto di Kastrup, durante il decollo, cade un aereo diretto a Herning. Perdono la vita 8 giocatori della Nazionale Olimpica danese.

3 aprile 1961: è la volta dell’intera formazione del Green Cross (Cile), il cui aereo si schianta contro un monte sulla Cordigliera delle Ande. Muoiono 24 persone, tra cui l’attaccante argentino Eliseo Mourino.

26 settembre 1969: The Strongest La Paz, la formazione boliviana, è in lutto. Gravissimo disastro aereo durante una trasferta per una gara celebrativa. Muoiono 16 giocatori, più l’allenatore e due membri dello staff.

11 Agosto 1979: sui cieli d’Ucraina si scontrano due Tupolev. In uno di questi ci sono gli uzbeki del Pakhtakor Tashkent, al ritorno da una trasferta di campionato a Minsk, in Bielorussia. E’ una delle tragedie peggiori della storia del calcio sovietico.

5 dicembre 1987: Piercesare Baretti, presidente della Fiorentina ed ex direttore di Tuttosport e della Lega Calcio, perde la vita precipitando con il suo Cessna nei pressi di Piossasco, nel cuneese.

8 dicembre 1987: giorno funesto per l’Allianza Lima, squadra di punta del calcio peruviano, completamente distrutta in un incidente aereo in cui perdono la vita anche tutto lo staff tecnico (tra cui l’allenatore Marcos Calderon, che aveva guidato il Perù ai Mondiali 1978) e alcuni giornalisti al seguito.

7 giugno 1989: ben 176 morti su un aereo proveniente da Amsterdam, che precipita a cade a pochi chilometri dall’aeroporto di Paramaribo (Suriname): ci sono 15 giocatori che militano in varie formazioni dell’Eredivisie, oltre all’allenatore Nick Stienstra.

28 aprile 1993: l’intera nazionale dello Zambia, al ritorno da una trasferta in Coppa d’Africa, muore nell’aereo che si inabissa al largo del Gabon. Si salva miracolosamente Kalusha Bwalya, il giocatore più famoso, impegnato in Europa con il Psv Eindhoven.

22 ottobre 1996: Matthew Harding (vice-presidente Chelsea), muore cadendo con il suo elicottero rientrando a Londra da una trasferta a Bolton.

20 giugno 2011: 44 morti su un jet russo che si schianta per la nebbia. Tra questi c’è Vladimir Pettay (arbitro internazionale russo).

Foto: Infophoto.