La torcia olimpica va nello spazio. La fiaccola, simbolo per eccellenza dei giochi, è stata lanciata in orbita dalla Russia, per promuovere la kermesse invernale che si terrà il prossimo anno a Sochi. E’ stato un razzo spaziale Soyuz a “portare” la torcia verso la ISS. Tra due giorni due astronauti faranno passeggiare la stessa (spenta) nello spazio, un momento sublime che si inserisce all’interno di un progetto più ampio di sviluppo della Russia. Il paese, infatti, vuole trasmettere con tutto ciò un’immagine di modernità.

Il tutto è partito da Baikonur, città del Kazakistan. Il razzo Soyuz è decollato e saranno i tre cosmonauti Mikhail Tyurim (russo), Rick Mastracchio (americano) e Koichi Wakata (giapponese) a portare la torcia ai colleghi Oleg Kotov e Sergei Ryazansky, già presenti nella stazione spaziale.

Ma non si tratta di una novità assoluta: la torcia era già stata spedita infatti nel 1996 e nel 2000 nello spazio, anche se non aveva mai abbandonato la navicella spaziale in cui si trovava. Tornerà sulla terra e verrà utilizzata per illuminare, ovviamente, il braciere olimpico a febbraio.