Le Olimpiadi di Tokyo 2020 potrebbero essere quelle dell’inserimento di cinque nuove discpline in palinsesto. Si tratta di baseball/softball, karate, skateboard, arrampicata sportiva e surf per un totale di 18 nuovi eventi.

Tokyo 2020, logo copiato

La decisione giunge dal comitato organizzato dei Giochi, su stimolo del Comitato olimpico internazionale, che ha invitato le città ospitanti a proporre nuove discipline olimpiche per la loro manifestazione.

In Giappone si è ragionato sulla base di un compromesso, che vede da una parte tradizione nipponica e dall’altra discipline emergenti. Le cinque disicpline, due delle quali (baseball/softball e karate) profondamente radicate nella tradizione che ospiteràle Olimpiadi del 2020, sono state selezionate al termine di un iter che ha avuto inizio a maggio.

La scelta definitiva sarà presa però dal Cio, che comunicherà la decisione nel corso della riunione che si terrà nel prossimo agosto a Rio de Janeiro.

Il comitato organzizatore delle olimpiadi ha stimato che le cinque discipline andranno a coinvolgere 474 atleti.

Baseball/softball, karate, skateboard, arrampicata sportiva e surf sono sport che attraggono centinaia di milioni di appassionati.

Tra queste cinque discipline, forse quella che suscità maggiore curiosità è quella dello skateboard. In Italia anualmente si disputa un campionato nazionale, che quest’anno si è tenuto a Bolzanoil 5 ed il 6 settembre.

I titoli di campioni italiani 2015 sono stati assegnati a Nikolai Danov per lo Street Senior, Massimo Cristofoletti per lo Street Junior, Ivan Federico per la Bowl e Asia Lanzi nella categoria Girls.

Chissà se per qualcuno di loro si aprirà la strada per le Olimpiadi di Tokyo: cinque anni sono tanti per potersi allenare.