Arrivano buone notizie riguardo il tifoso partenopeo gravemente ferito a Roma a colpi d’arma da fuoco prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina (per approfondimenti clicca qui).

Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, il prof Massimo Antonelli, direttore del Centro di Rianimazione del Policlinico universitario A. Gemelli dove è ricoverato il giovane, ha dichiarato: “Ora respira spontaneamente, senza nessuna assistenza ventilatoria meccanica. La persistenza di una falda di pneumotorace ha obbligato il mantenimento dell’aspirazione dei drenaggi toracici. La dialisi rimane in atto pur in presenza della ripresa di una diuresi spontanea. Nell’insieme nonostante un certo miglioramento, la prognosi resta riservata”.

Ciro Esposito resta dunque in prognosi riservata (leggi qui i dettagli), ma le sue condizioni di salute tendono a migliorare.

Intanto proseguono le indagini atte a stabilire punto per punto la dinamica dei fatti che hanno portato al ferimento del giovane (leggi qui gli approfondimenti).

Vanno avanti anche le indagini da parte della Procura sugli striscioni che nella giornata di domenica sono apparsi allo stadio Olimpico in solidarietà a Daniele De Santis, il tifoso romanista arrestato proprio per il tentato omicidio di Esposito e di altri sostenitori della squadra partenopea.

(foto by Infophoto)