Che la prospettiva di vedere Carlos Tevez via dalla Juve fosse ormai diventata concreta, è cosa che i tifosi bianconeri hanno ormai imparato ad accettare. L’Apache ha trascinato di peso la squadra verso una dimensione superiore di quella che aveva nell’estate 2013, è sempre stato un esempio di professionalità fuori e dentro al campo ed è comprensibile che, dopo un decennio speso in Europa, voglia tornare a casa sua, in Argentina, per chiudere la carriera con il Boca Juniors, il club che lo ha lanciato. Quello a cui probabilmente la tifoseria bianconera non è pronta, e chissà se lo è la società, è un addio di Carlitos non alla naturale scadenza del contratto, nel giugno 2016, ma già a partire da questa estate. Cioè tra due mesi.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere della Sera, l’argentino avrebbe addirittura già comunicato ad Andrea Agnelli la sua volontà di tornare a Buenos Aires con un anno di anticipo. Una richiesta forte, sia perché Tevez è stato il simbolo dell’ultimo biennio bianconero, sia perché presuppone che la Juve debba accontentarsi di una stretta di mano. Impensabile, infatti, che il Boca Juniors possa versare alcunché nelle casse di Corso Galileo Ferraris, vista la crisi economica che attanaglia non soltanto il club dei genovesi, ma tutto il paese sudamericano. Rescissione consensuale, dunque, con rinuncia da parte di Tevez a ogni tipo di buonuscita (e ci mancherebbe).

Un grande finale di stagione potrebbe addolcire la pillola, e regalare a tutti il loro personale happy ending. Beppe Marotta, naturalmente, è già alla ricerca del sostituto. Anzi, dei sostituti, perché anche la partenza di Fernando Llorente, protagonista finora di una stagione completamente anonima, è data per scontata. I nomi sul tavolo sono i soliti: Edinson Cavani e Radamel Falcao i sogni, Robin Van Persie ed Edin Dzeko le opzioni più realistiche. Altro nome caldo è quello di Paulo Dybala, stellina argentina del Palermo che Zamparini ha già pensato bene di ipervalutare (40 milioni di euro). Si dice che il presidente rosanero abbia già rispedito al mittente un’offerta bianconera pari a 35 milioni; in ogni caso, Dybala piace a molti, Juve compresa. Ma attenzione alla suggestione più forte: Zlatan Ibrahimovic potrebbe lasciare Parigi, e di certo gradirebbe un ritorno a Torino.