Un grande colpo, in tutti sensi. Carlos Tevez è stato l’acquisto più importante del mercato della Juventus, in termini economici, con un investimento complessivo di poco meno di cinquanta milioni di euro, per il blasone e  per le soluzioni offensive che garantisce. L’Apache è uno di quei giocatori che fanno la differenza, l’uomo giusto per far fare alla Juventus il salto di qualità, soprattutto in Champions League dove le big d’Europa sembrano avere qualcosa in più. Lo dicono i suoi numeri, 199 gol in 453 partite, e il suo palmares, con 14 titoli in bacheca, toccherà a Conte trovargli la giusta dimensione in un gruppo consolidato.

Il tempo è dalla parte del tecnico bianconero,  il primo impegno ufficiale, la Supercoppa Italiana contro la Lazio, è in programma tra un mese e mezzo, il 18 agosto, ma anche l’argentino dovrà metterci del suo, soprattutto a livello fisico, per farsi trovare pronto.  Tevez si presenterà il 12 luglio per il primo giorno di ritiro con 6 chili di troppo, inaccettabile per un professionista del suo livello.  Conte l’ha avvisato, con la bilancia  non si scherza,  deve darsi da fare sul campo e una regolata con la forchetta in mano.  La Juve ha puntato tutto su di lui e c’è una maglia importante, la numero 10, da onorare.