Le carte false che Tevez fece pur di poter abbracciare la casacca che ha sempre amato sin da bambino, quella del Boca Juniors, nulla possono davanti alle banconote vere dei cinesi dello Shanghai Shenua. Tanti saluti all’Argentina e Carlitos che si aggiudica l’ingaggio più costoso del mondo per un calciatore.

Tevez firmerà un contratto biennale da 38 milioni di euro all’anno ed andrà a far parte di un roster che può contare anche sugli ex Inter Oba Oba Martins e Fredy Guarin. Lo Shanghai è guidato in panchina dall’uruguayano Poyet.

I numeri dell’ingaggio mettono i brividi. Tevez guadagnerà 110mila euro al giorno, 77 euro al minuto e circa 4mila euro all’ora. Al Boca Juniors sarà invece riconosciuto un indennizzo di 10 milioni di euro.

Insomma, appare un affare per il club sudamericano e per Tevez, chissà se lo sarà pure Shanghai, club di un campionato, la Super League cinese, che negli ultimi anni sta facendo man bassa di calciatori di medio-alto cabotaggio pagati in maniera spropositata rispetto al loro valore.

Uno degli ultimi esempi è quello di Oscar. Il brasiliano del Chelsea ha firmato un quadriennale da 25 milioni a stagione.

A questo punto, è inevitabile chiedersi quanto i soldi cinesi influiranno sugli equilibri del calcio mondiale. In tal senso, è arrivata la profezia di Mino Raiola. “Anche nel 2017 i cinesi arriveranno in Europa e prenderannocampioni strapagandoli. Una notizia che mi fa piacere…”.