“Brandao ha aspettato Thiago Motta negli spogliatoi, gli si è avvicinato appena lo ha visto arrivare e lo ha colpito con una testata. Va squalificato a vita. Quello che è accaduto è una vergogna per il calcio francese”, così ha commentato l’episodio il presidente del Paris Saint-Germani Nasser Al Khelaifi.

Un post-partita come non se ne vedevano da tempo. Al termine della gara del PSG contro il Bastia, vinta dai parigini per 2 a 0 con reti di Lucas e Cavani, l’attaccante brasiliano si è scagliato contro il giocatore della nazionale italiana colpendolo con una testata al naso.

Durante la partita al Parco dei Principi di Parigi, Thiago Motta, diventato capitano dopo l’uscita per infortunio di Ibrahimovic, si sarebbe scontrato, più che altro a parole, contro Brandao. La follia alla fine della gara, con lo scontro e il molto sangue che usciva dal naso del giocatore del Psg.

Al Khelaifi ha aggiunto: “Il medico mi ha detto che al 90% Thiago Motta ha il naso rotto. Chiedo all’arbitro di fare un rapporto. In tre anni che sono qui non ho mai parlato di arbitri, ma questa volta lo faccio. Brandao va sospeso a vita!”.