Teodoro Soldati, una delle più grandi promnesse del golf, è morto a soli 15 anni. Teodoro è stato stroncato nell’arco di poche settimane da una malattia terribile.

Il 3 maggio scorso, Teodoro Soldati aveva trionfato nel Campionato Nazionale Medal/Trofeo Franco Bevione. Era stato capace di battere avversari più grandi d’età,ma ciò non aveva stupito più di tanto, visto che il giovanissimo golfista si era da tempo segnalato come uno degli assi del suo sport a livello internazionale.

In quell’occasione, infatti, Soldati aveva vinto il suo quinto titolo italiano individuale, dopo quelli baby, vinti negli anni 2010 e 2011, Dilettanti Match Play del 2013 e Ragazzi Match Play del 2014.

Pochi giorni dopo, i primi sintomi della malattia. Soldati stava rispondendo alla convocazione della categoria Boys della Nazionale in Finlandia, quando ha dovuto lasciare la competizione per un malore.

Ieri la tremenda notizia. “Abbiamo perso un ragazzo fortissimo,ma anche educato, rispettoso, dolcissimo”, le parole del tecnico della Nazionale Alberto Binaghi, in una intervista rilasciata alla gazzetta dello Sport “In Finlandia, dove difendevamo il titolo, ha accusato un po’ di febbre, per questoe ra tornato a casa. poi ha ricevuto la bruttissima diagnosi”.

La notizia della scomparsa di Teodoro Soldati è stata accolta dal presidente della Federgolf, Franco Chimenti, mentre questi era all’Open Championship di St. Andrews.

“Teodoro è stato colpito da una malattia terribile. Vigliacca, che colpisce all’improvviso. Sarebbe diventato un giocatore straordinario, ma questo è quel che conta meno. Abbiamo perso un ragazzo che non ha potuto vivere la sua vita. Dolcissimo. Io sono senza parole. Rientrerò in Italia per partecipare ai funerali di teodoro e stare vicino ai suoi cari