Francesca Schiavone ha annunciato il suo ritiro dal tennis professionistico subito dopo la conferenza stampa dopo il ko contro Jana Fett nel torneo WTA di Hobart, in Australia: “Questo sport è una droga per me, lo amo. Ma è arrivato il momento di prendere una decisione. Il 2017 sarà il mio ultimo anno nel circuito”. Queste le parole con le quali la Schiavone dice dunque addio al tennis giocato.

Francesca Schiavone, una vita per il tennis

Era il 2010 quando Francesca Schiavone vinceva il Roland Garros battendo in finale l’australiana Samantha Stosur. Oggi, invece, la tennista milanese perde contro la numero 340 del mondo, Jana Fett. Il Roland Garros 2010, ma non solo. Perché Francesca Schiavone, classe 1980 e professionista dal 1998, in carriera ha vinto sette titoli e raggiunto il punto più alto nella classifica WTA nel 2011. Quarto posto nel ranking mondiale a gennaio 2011, quando sfiorò la doppietta al Roland Garros. Perse in finale contro Li Na. Ha vinto tre volte la Federation Cup con l’Italia: 2006, 2009 e 2010. Ha accumulato montepremi per oltre 10.000.000 di dollari, prima italiana a raggiungere tale risultato.

Il futuro

Ha battuto tantissime ex numero uno del mondo: Serena Williams, Caroline Wozniacki, Justine Henin, Amélie Mauresmo, Dinara Safina e Jelena Jankovic. Solo per citarne alcune. Ora, per lei, si apriranno nuove finestre. Appesa la racchetta al chiodo, cosa farà da grande è un mistero ancora. Inizierà la carriera di allenatrice. Forse. Per rimanere una figura di riferimento per il mondo del tennis.