E’ mancato solo un altro titolo Slam. Certo, non poco per uno come Federer, ma Stefan Edberg ha probabilmente allungato la carriera al fuoriclasse svizzero, modificandogli in parte il gioco con cambiamenti che resteranno nel tennis di Roger. Dopo due anni molto soddisfacenti sul piano anche dei risultati, lo svizzero ha annunciato l’addio al suo idolo d’infanzia per passare al 36enne croato Ivan Ljubicic, senza però toccare il resto dello staff. Era un addio annunciato, previsto e assolutamente amichevole.

CAMBIO

Nella serata di martedì, Federer ha affidato alla propria pagina Facebook un messaggio che sa tanto di comunicato stampa. Edberg saluta dopo due anni di collaborazione e, al suo posto, entra Ivan Ljubicic. “Dopo due anni ricchi di successi, vorrei ringraziare Stefan Edberg, il mio idolo d’infanzia, per aver accettato di unirsi alla mia squadra – scrive Roger -. È stato un sogno ad occhi aperti. Anche se era previsto che rimanesse soltanto nel 2014, Stefan è stato eccezionale e ha accettato di estendere la partnership durante quest’ultimo anno, situazione che ho molto apprezzato. Mi ha insegnato tanto e la sua influenza nel mio gioco resterà. Sarà sempre parte del mio team. Severin Luthi, con il quale lavoro dal 2008, continuerà a rimanere il main coach e con lui ci sarà anche Ivan Ljubicic. Sia Daniel Troxler, il mio fisioterapista, e Pierre Paganini, il mio fitness trainer da tempo, resteranno nella mia squadra tecnica”.

After 2 very successful years, I would like to thank Stefan Edberg, my childhood idol, for agreeing to join my team. It…

Posted by Roger Federer on Martedì 8 dicembre 2015