L’infortunio capitato ad Andrea Pirlo nel corso del match di andata degli ottavi di finale di Champions League tra Juventus e Borussia Dortmund e che aveva obbligato il centrocampista bianconero ad uscire anzitempo dal campo, è risultato più serio del previsto. Da un’indagine medica più accurata è stata accertata una lesione al gemello del polpaccio destro che costringerà Pirlo a fermarsi per una ventina di giorni.

Tegola davvero improvvida per un momento tra i più decisivi dell’intera stagione da parte della Juventus che si vedrà privata del suo gioiello di centrocampo nei due fondamentali appuntamenti con la Roma in campionato (2 marzo) e con il Borussia Dortmund nella gara di ritorno di Champions League (18 marzo). Problema capitale dunque per Allegri che dovrà affidarsi a Marchisio per la cabina di regia.

Il tecnico juventino può vedere comunque il bicchiere mezzo pieno poiché Vinovo gode attualmente di una situazione infermieristica tra le più positive di tutta la Serie A potendo contare su una rosa intatta quasi per intero. Dopo il recente recupero di Vidal e l’imminente ritorno di Matri, – rimane il caso isolato di Asamoah (stagione purtroppo finita per il ghanese) -, la Juventus può infatti disporre di un roster a pieno organico per far fronte a questo periodo caratterizzato da sfide estremamente delicate.