Tre titoli, tre ottimi punteggi anche in ottica internazionale, buone sensazioni praticamente su tutti i salti, una forma da mantenere: Tania Cagnotto, come prevedibile, esce alla grande dagli Assoluti Primaverili indoor di Torino, incantando la Piscina Monumentale che già la vide assoluta protagonista agli Europei 2009 e 2011.

La Bolzanina ha lasciato la città che ha dato i natali a papà Giorgio, dt azzurro, raggiante: “Sono molto contenta, torno da Torino con ottime sensazioni. Troppo in forma già adesso? No, va bene così, sarà più facile mantenerla, anche se adesso certamente rallenterò un po’. Da 3M non ho avuto buone sensazioni al mattino, poi la gara invece è andata bene, ho ottenuto un buon punteggio. Come sempre, gareggiare mi fa bene, mi carica!. La prova da 1M è andata anche meglio, già dal mattino. I tuffi sono un po’ meno difficili rispetto ai 3m, ma io punto sempre tutto su quest’ultima gara. Con Francesca Dallapè va tutto alla grande, per cui bisogna solo continuare così. A questo punto spero di mantere la forma per il prossimo mese di gare e poi di avere questo stesso approccio più avanti, quando ci saranno gli Europei di Berlino. Dove trovo sempre nuove motivazioni? Nel fatto che vincere o comunque salire sul podio è sempre bello. Se ti metti al collo una medaglia ogni volta provi un’emzione enorme, è sempre una bella sensazione. Io spero di continuare, è difficile mantenersi ad alto livello, certo, e lo stimolo è proprio quello. Riuscire a rimanere sempre lì, con le migliori o davanti a tutte, se si riesce. Continuo a pensare un anno alla volta, ma è chiaro che l’idea di arrivare a Rio de Janeiro 2016 ormai c’è. Se riesco a reggere il tutto, andremo avanti fino al Brasile…”.