Questa sera il Napoli, dopo l’appuntamento in campionato con il Sassuolo (per approfondimenti clicca qui),  sarà nuovamente protagonista in campo. La gara in programma è l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League contro lo Swansea allo Swansea Stadium, alle ore 21,05. Benitez, nella conferenza stampa di presentazione del match (leggi qui le sue dichiarazioni), aveva parlato di un Napoli in crescita e del dovere tassativo di partire bene nella competizione internazionale fin dalla prima gara. Era necessario cercare di fare risultato positivo già questa sera con lo Swansea e tenere sotto controllo tale compagine. Lo Swansea sulla carta sembra un avversario semplice rispetto alla squadra azzurra, al momento in pieno recupero e spolvero (per ulteriori approfondimenti leggi qui). Tuttavia non c’è da fidarsi, anche perché certe gare non si devono mai prendere sotto gamba. Dirigerà il match l’arbitro croato Bebek. Lo assisteranno Petrovic-Grgic, quarto uomo sarà Conjar mentre Vuckov e Gabrilo saranno gli arbitri d’area.

Monk, tecnico dello Swansea, dovrà verificare le condizioni di Shelvey: nel caso in cui non dovesse farcela, agirà Hernandez alle spalle di Bony. Dyer e Routledge dovrebbero essere gli esterni d’attacco. Tra i pali Vorm, in linea difensiva Chico e Williams centrali, Rangel e Davies esterni. A centrocampo De Guzman e Britton.

Benitez non può usufruire di Jorginho, non inserito nella lista Uefa, e di Fernandez squalificato, per cui la linea difensiva dovrebbe essere composta da Maggio e Ghoulam (ballottaggio con Reveillere) esterni, Britos centrale. Inizialmente si pensava che Albiol potesse farcela ma sembra che non abbia recuperato appieno dallo stato febbrile, al suo posto  Henrique. A centrocampo la coppia svizzera Inler-Dzemaili. In attacco Callejon, Hamsik e Insigne alle spalle di Higuain (foto by Infophoto). Ballottaggio tra Reina e Rafael per un posto tra i pali.

Swansea (4-2-3-1): Vorm; Rangel, Chico, Williams, Davies; De Guzman, Britton; Dyer, Shelvey, Routledge; Bony. All. Monk

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Britos, Henrique, Ghoulam; Inler, Dzemaili; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain. All. Benitez

A cura di Maria Grazia De Chiara