La Svizzera (sesta nel ranking Fifa) affronterà l‘Ecuador (26esimo nel ranking Fifa) alle ore 18.00 italiane allo stadio National de Brasilia aprendo così le danze del Gruppo E dei Mondiali 2014.  A completare la prima giornata di questo girone sarà la gara tra Francia e Honduras.

Non esistono precedenti tra gli elvetici e gli ecuadoregni.

La Svizzera (alla decima partecipazione a un Mondiale) arriva in Brasile con la volontà di dimostrare tutto il suo valore. Gli elvetici sono stati testa di serie nel sorteggio dei gruppi  e gradirebbero quantomeno superare la fase a gironi. Il sogno sarebbe quello di rientrare nei quarti di finale come accadde circa sessanta anni fa. Nel 2006, in Germania, riuscirono quasi a centrare questo traguardo, ma l’Ucraina li eliminò sconfiggendoli ai calci di rigore. Nella Nati vi sono alcuni giocatori che hanno vissuto la loro ultima stagione nella nostra serie A: Lichtsteiner, Ziegler, Behrami, Inler, Dzemaili. A questi si aggiungono calciatori di qualità come Shaquiri che veste la maglia del Bayern Monaco. L’Ecuador è alla sua terza partecipazione a questa competizione. Il suo miglior risultato è stato il raggiungimento degli ottavi di finale nel 2006. La nazionale americana cercherà di ottenere il massimo da quest’avventura. Si punta molto sul velocissimo Antonio Valencia del Manchester United, su Jefferson Montero e Felipe Caicedo.

Il c.t. Hitzfeld dovrebbe schierare la Svizzera con il 4-2-3-1. Dovrebbero essere titolari gli ‘italiani’ Lichtsteiner, Behrami e Inler. Potrebbe partire dalla panchina Ziegler (Sassuolo). Rueda dovrebbe schierare l’Ecuador con il 4-4-2. Spazio al giocatore del Manchester United, Antonio Valencia, e al promettente Jefferson Montero. In attacco c’è Caicedo. Dirige la gara l’uzbeko Irmatov.

Svizzera (4-2-3-1): Benaglio, Lichtsteiner, Shaer, Von Bergen, Rodriguez, Behrami, Inler, Shaquiri, Xhaka, Stocker, Drmic. All. Hitzfeld.

Ecuador (4-4-2): Dominguez, Paredes, Erazo, Guagua, W. Ajovi, A. Valencia, Gruezo, Noboa, Montero, Caceido, E. Valencia. All. Rueda.

LEGGI ANCHE:

Mondiali 2014: aiuti arbitrali alla squadra di casa, i precedenti

[polldaddy poll="8113584"]