Zlatan Ibrahimovic ha annunciato che, al termine dell’Europeo di Francia 2016 in corso, lascerà la nazionale della Svezia. L’attaccante, ex Juventus, Inter, Milan e Paris Saint-Germain tra le altre, lo ha comunicato ufficialmente a margine della conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Belgio, che potrebbe portare la formazione nordica avanti nella manifestazione.

“L’ultima partita a questo Europeo sarà la mia ultima con la Svezia, quindi spero che non sia quella di domani” ha riferito Ibrahimovic, parlando ovviamente del match contro il Belgio. Ibra, dunque, lascia la nazionale dopo oltre 15 anni di onorata carriera: il suo esordio era avvenuto il 31 gennaio 2001 contro le Isole Faer Oer.

Ibra, inoltre, smentisce a chi lo vedeva come possibile fuori quota per la Svezia alle prossime Olimpiadi di Rio 2016: “Sono molto orgoglioso di quello che ho raggiunto e porterò sempre la bandiera svedese con me – ha sottolineato Zlatan – non voglio disputare l’Olimpiade, dopo l’Europeo mi ritiro dalla nazionale”.

Con le maglie delle nazionali svedesi finora Ibrahimovic ha collezionato quattro presenze ed un gol con l’Under 18; sette presenze e sei reti con l’Under 21 e 115 presenze con 62 gol con quella maggiore. Le sue migliori prestazioni in due gare: il 4 settembre 2004 a Ta’ Qali, Malta–Svezia 0-7 (Qualificazioni ai Mondiali 2006) e il 14 novembre 2012, Solna, Svezia–Inghilterra in amichevole: in entrambe le gare, poker di reti per lui.