Grandi franchigie se lo contendono ogni anno e per alcune costituisce ancora un miraggio. E’ il trofeo Vince Lombardi, assegnato alle vincitrici del Super Bowl.

LA STORIA

Risalgono al 1967 gli albori dell’agognato titolo, in coincidenza con la prima finalissima NFL. Durante un pranzo col commissioner Peter Rozelle, il vicepresidente Tiffany & Co. Oscar Riedner ne realizza una bozza sul tovagliolo. Produzione artigianale poi assegnata alla bottega di Newark (New Jersey). Prima chiamato “World Professional Football Championship”, i primi a inserirla nella propria teca sono i Green Bay Packers. Sulla loro panchina Vince Lombardi, mitico allenatore di origini italiane a cui viene dedicato il titolo tre anni dopo, vittima di cancro.

IL DESIGN

Con cadenza annuale ne viene realizzata una nuova copia che rimane per sempre alla squadra vincitrice. Se fino al 1996 la consegna avveniva negli spogliatoi, dalle stagioni successivi viene tenuta direttamente sul terreno di gioco. Il trofeo, alto 56 cm e dal peso di 3.2 kg, ritrae un giocatore nella posizione di calcio ed è interamente fatto in argento sterling. Nelle prime quattro edizione sia il logo NFL che AFL erano presenti al centro. Nel 2009 l’introduzione del nuovo stemma NFL, l’unico cambiamento apportato dagli anni ’60. I Green Bay Packers sono l’unico team ad esserselo aggiudicato in tre versioni diverse.

FORMAZIONI CON PIU’ TRIONFI ALL’ATTIVO

I Pittsburgh Steelers detengono il maggior numero di trionfi con sei (1974, 1975, 1978, 1979, 2005, 2008). Dallas Cowboys (1971, 1977, 1992, 1993, 1995) e San Francisco 49ers (1981, 1984, 1988, 1989, 1994) dietro di una lunghezza. Seguono a quattro Green Bay Packers (1966, 1967, 1996, 2010), New England Patriots (2001, 2003, 2004, 2014), e New York Giants (1986, 1990, 2007, 2011). Tre le imposizioni Oakland Raiders (1976, 1980, 1983), Washington Redskins (1982, 1987, 1991) e Denver Broncos (1997, 1998, 2015).