Baltimore si laurea campione della NFL 2013. I Ravens hanno vinto 34-31 sui San Francisco 49ers dopo un Super Bowl combattutissimo fino all’ultimo secondo. Una  finale che rimarrà negli annali non solo come il secondo Super Bowl nella storia della franchigia del Maryland (dopo quello del 2001), ma anche come il Super Bowl del blackout che ha visto un’interruzione di 36 minuti per un problema elettrico nello stadio.

Un successo ampiamente meritato per la squadra di John Harbaugh, che ha condotto sempre il match e non si è fatta intimidare dalla spettacolare rimonta dei Niners che si erano portati da -22 a -2. Baltimore ringrazia Joe Flacco, nominato MVP e finalmente consacratosi a grandi livelli. Dopo gli 11 touchdown nella post-season, il quarterback di Baltimore ne mette a segno ben tre nella finalissima, condita da un 22/33 e 287 yards.

Ma la nottata di ieri, condita dallo spettacolo di Beyoncè, rimarrà memorabile per Ray Lewis, che si ritira dopo 17 anni con la maglia dei Ravens alzando il trofeo più prestigioso per la seconda volta. Il pubblico saluta nel migliore dei modi uno dei più grandi giocatori della storia del football. Mentre i Ravens festeggiano, San Francisco recrimina per aver sciupato una conversione e quattro down nella endzone. Un affare di famiglia che non poteva sorridere a entrambi i fratelli Harbaugh.