Il direttore generale del gruppo cinese Suning, Yang Yang, che ha da poco acquisito la maggioranza dell’Inter, è intervenuto questa mattina nella trasmissione radiofonica “Radio Anch’io Sport” su Radio Uno. Durante l’intervista, il dirigente ci tiene immediatamente a far capire subito le intenzioni dei nuovi proprietari del club nerazzurro: «Noi vogliamo vincere e fare profitti: con il nostro piano d’investimenti siamo sicuri che riporterà l’Inter ad essere uno dei top club al mondo».

Una delle prime domande che vengono poste a Yang Yangè quella che probabilmente si saranno chiesti in molti: come mai proprio l’Inter? Il direttore geneale del gruppo Suning ha risposto così: «Ci sono un paio di motivi per questa scelta: noi abbiamo interesse a promuovere questo sport e vogliamo che vi sia un’attenzione nei confronti di una squadra di prestigio come l’Inter. Vogliamo fare una squadra molto forte e vogliamo benefici per quel che riguarda i sistemi di allenamento: vogliamo sviluppare il calcio in Cina, Asia e tutto il mondo. La scelta dell’Inter riguarda anche la globalizzazione della nostra attività, per farci conoscere in Europa e in tutto il mondo. C’è anche un ultimo motivo – conclude -: abbiamo scelto una grande squadra con tantissimi tifosi e una gloriosa storia. C’è un valore intrinseco commerciale, questo ci permetterà di portare avanti questa storia con successo recuperando il terreno perduto negli ultimi anni».

Uno degli impegni che la nuova proprietà intende onorare, riguarda certamente la globalizzazione del marchio Inter: «L’impegno è quello di promuovere l’attività sportiva e in particolare quella calcistica – spiega -: abbiamo in mente un investimento che ci permetterà di raggiungere gli obiettivi preposti. Abbiamo interesse nell’espansione nel settore sportivo e calcistico e un importante programma di internazionalizzazione. Ci stiamo facendo conoscere in Giappone e negli Usa ma ci interessa anche l’Asia», ovviamente, venendo loro proprio da lì.

La nuova Inter cinese è stata tra le protagoniste del calciomercato estivo e Yang Yang commenta così: «Abbiamo già degli obiettivi, siamo fiduciosi per il futuro dell’Inter. Pensiamo che quest’anno l’Inter possa andare bene sia in campionato che in Coppa (l’Europa League, ndr). Il mercato estivo ha visto il nostro impegno e interesse, avevamo già esperienza pregressa nel settore. Siamo certi di poter ottenere risultati e affrontare le tante sfide che avremo davanti».

Non poteva mancare una domanda sul fair play finanziario, visto che la società nerazzurra è da tempo sotto la lente d’ingrandimento dell’Uefa: «Siamo felici di vedere che il meccanismo Uefa è stato modificato – continua – e pertanto possiamo ottenere un beneficio per il biennio 2018-2019, e questo può avere un impatto sulla realizzazione dei nostri obiettivi. I tempi? Abbiamo degli obiettivi: dobbiamo lavorare insieme all’allenatore, ai giocatori e al direttore sportivo per raggiungerli. Vogliamo creare un ecosistema perfetto con interesse nei vari media».

Chiusura sui prossimi investimenti: «Per noi la nostra presenza nell’Inter è in un’ottica di lungo periodo, vogliamo continuare ad investire se necessario per migliorare la squadra. Dobbiamo seguire le regole anche in ambito europeo. Ma per noi questo è un settore di grande importanza e un investimento molto importante. Abbiamo preso sul serio questo impegno. Comunque sì, se dovesse servire abbiamo una prospettiva di lungo periodo».