Pesantissimo attacco del presidente dell’Uruguay, Josè Mujica, alla Fifa dopo la squalifica inflitta a Suarez per il morso a Chiellini. Uno stop che ha impedito alla Celeste di Tabarez di poter schierare l’attaccante nel match degli ottavi di finale perso contro la Colombia.

In un’intervista alla tv pubblica uruguayana, Mujica ha detto: “La Fifa è una banda di vecchi figli di puttana. E’ giusto che puniscano, ma non che infliggano sanzioni fasciste”. L’ex guerrigliero è famoso per il suo linguaggio colorito e sopra le righe, ma il giornalista che ha raccolto questa sua dichiarazione ha chiesto esplicitamente al fiero numero uno dell’Uruguay se avrebbe potuto pubblicare quello che aveva sentito. La risposta, inequivocabile, è stata: “Sì”. La Commissione disciplinare della Fifa ha sospeso il giocatore del Liverpool per nove partite e lo ha interdetto per quattro mesi da tutte le attività legate al calcio.

Nei giorni scorsi, Mujica si era presentato anche all’aeroporto di Carrasco per accogliere Suarez al ritorno dal Brasile, ma l’incontro era saltato per colpa di un ritardo nel volo proveniente da Natal. Il presidente uruguayano, allora, ha detto la sua: “Evidentemente, diamo fastidio per aver sbattuto fuori dal Mondiale due potenze come l’Italia e l’Inghilterra. Chissà quanti soldi ci avrà rimesso la Fifa. Di scorrettezze sui campi di calcio ce ne sono sempre state e chi ha più esperienza dovrebbe saper ponderare certi episodi. D’altra parte, si sa che gli italiani sono esperti provocatori”.