La Roma fa ricorso contro la squalifica di due giornate comminata a Kevin Strootman attraverso l’utlizzo della prova tv. L’olandese, subito dopo il gol del vantaggio giallorosso nel derby, aveva spruzzato dell’acqua in faccia a Cataldi, innescando la rissa che aveva portato alla sua ammonizione ed all’espulsione del centrocampista della Lazio.

Fosse confermata la decisione del giudice sportivo, secondo il quale il calciatore giallorosso ha simulato in occasione della reazione di Cataldi provocandone così il rosso, Strootman salterebbe le gare contro Milan e Juventus. Una tegola per Luciano Spalletti, che non avrebbe a disposizione uno dei suoi uomini più in forma.

La rabbia del club giallorosso si è fatta sentire ieri. “E’ una decisione che mi spiazza e mi sorprende”, le parole di James Pallotta. Più caustico Baldissoni. “E’ la prima volta che accade un qualcosa del genere. E’ un fatto che ci lascia uns enso d’inquietudine perché evidentemente facciamo giurisprudenza”.

“Nell’occasione, il nostro calciatore cade perché si sente trattenuto da Cataldi, che poi viene espulso. Strootman si allontana perché teme di essere colpito. Dove sta la simulazione?”.

“Ora attendiamo tutta la documentazione del caso, quindi provvederemo a formulare il ricorso prima della gara col Milan”, conclude il dg giallorosso.