Tensione tra Stevan Jovetic e l’Inter per la decisione del montenegrino di farsi curare in Baviera, dal professor Müller-Wohlfahrt, a causa di quello che lo staff medico nerazzurro ritiene un problema posturale che, a partire dalla schiena, va ad influire su gambe e muscoli.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, nonostante la visita col professore che operò JoJo due anni fa risulti ufficialmente concordata, ieri ci sarebbe stato un colloquio molto duro tra il calciatore e Roberto Mancini.

A Jovetic è stato prescritto un antidolorifico che nell’immediato toglierà il dolore, consentendogli probabilmente di scendere in campo venerdì con la sua Nazionale a Podgorica contro l’Austria.

Il tecnico di Jesi, però, teme ricadute che potrebbero mettere a serio rischio la presenza di Jovetic contro la Juve.

L’Inter avrebbe mandato segnali alla nazionale montenegrina, chiedendo di utilizzare Stevan solo in uno dei due match. Un caso che rischia di sfociare in diplomatico.

Zanetti, intanto, ha dichiarato di essere soddisfatto per la reazione della squadra dopo la batosta interna subita dalla Fiorentina.

‘Non era facile perché venivamo da una brutta sconfitta e la Sampdoria è una squadra che gioca bene in casa. Alla fine abbiamo ottenuto un pareggio buono’, le parole dell’ex capitano nerazzurro in una intervista rilasciata a Radio Anch’io Sport.

L’inizio di campionato è indecifrabile. Fiorentina in testa, Inter e Lazio alle sue spalle, più dietro Roma e Napoli insieme alle sorprese Torino, Chievo e Sassuolo. Juventus e Milan nella parte destra della classifica.

‘E’ ancora presto per poter parlare di Scudetto, ci sono diverse candidate accreditate, noi lotteremo insieme ad altre squadre’.