Alzare la voce per mettersi in una botte di ferro? Sembra essere questa la strategia. Oppure, un’altra chiave di lettura, ma meno probabile, è: «Sono forti perchè disciplinati». Questi i due modi per analizzare la classifica delle espulsioni in Serie A: Napoli (un solo espulso, il secondo portiere Colombo, peraltro dalla panchina) e Juventus (neppure uno) sono in testa, o, da un altro punto di vista, sul fondo.

Le prime due della classifica, dunque, non hanno ancora ricevuto cartellini rossi sul campo e questo è sicuramente un merito, visto che entrambe hanno un allenatore che non è proprio un’… educanda, viste le numerose proteste a bordocampo cui ci hanno abituato sia Conte (vedi sceneggiata finale contro il Genoa) che Mazzarri (allontanato contro Torino e Sampdoria).

La squadra con più espulsi è l’Atalanta con 9, seguita da Pescara con 8, Sampdoria e Palermo con 7. Tra le squadre di vertice, Lazio, Milan e Siena con 4 cartellini rossi, Inter con 3, Fiorentina con 2.

Di Hamsik, Aronica (entrambi in Europa League con l’Aik Solna), Pandev (due volte, una in Supercoppa e una in Coppa Italia con il Bologna), Zuniga (anche lui a Pechino contro la Juve) i cinque “rossi” stagionali del Napoli. Nemmeno uno, in assoluto, per la Juventus.

Foto: Infophoto.