Gennaio, il mese del “ralenty”: un fenomeno tutto italiano. Capita infatti che su sei campionati professionistici (Serie A, B e Lega Pro) ben cinque abbiano visto la capolista in fuga farsi riavvicinare dalle inseguitrici, anzi in due casi c’è stato anche il sorpasso

Mentre in Germania il Bayern vola, in Inghilterra e Spagna Manchester United e Barcellona mantengono pressochè invariati i loro vantaggi rispettivamente su Manchester City e Atletico Madrid, in Italia vediamo una Juventus in riserva farsi riprendere dal Napoli.

Nel momento in cui scriviamo, un paio d’ore prima la gara di Verona, i bianconeri sono in testa a pari punti con gli azzurri. Non male, per i “giallisti” del torneo, se si pensa che a fine andata (complice anche la provvisoria penalizzazione di 2 punti) il vantaggio era di 7 lunghezze.

Non può quindi essere solo colpa degli arbitraggi o del mancato arrivo del Top Player in attacco: magari un concatenarsi di cause, non ultima quella degli infortuni (pesanti), soprattutto quelli di Chiellini e Marchisio.

La musica non cambia in B, dove il Sassuolo, che sta facendo la sua corsa sulla terza della classe (il Verona, visto che saranno due a venire in A senza passare dai playoff) ha perso 3 punti e rischia il sorpasso da parte del Livorno.

E’ cambiata, rispetto a fine andata, la capolista dei due gironi di Lega Pro: Trapani e Castiglione hanno rispettivamente soppiantato Lecce e Savona, ma va specificato che la Pro Patria deve recuperare un incontro.

Un punto in più per il Latina sull’Avellino, mentre l’unica ad aver allungato e ad essere lanciata per il rush finale è la Salernitana, sempre più capolista sul Pontedera.

Per Lotito, che vede la sua Lazio un po’ in affanno in Serie A, la soddisfazione di veder correre la sua squadra “satellite”.

La Juventus era a + 7 dal Napoli ora a + 3 (2 ridati a tavolino)

Il Sassuolo era a + 8 dalla terza (Verona) ora è a +5

Il Lecce era a + 4 dal Trapani; ora è sotto di 1 punto

Il Latina ha era a +1 dall’Avellino (ora a +2)

Il Castiglione era a -2 dal Savona (ora a +3), ma la Pro Patria ha una gara in meno

La Salernitana era a + 5 sul Pontedera (ora a +8)

Foto: Infophoto.