Si chiama Nicola Bellomo, ha 22 anni e già due cose in comune con grandi interpreti del ruolo. E’ nato il 18 febbraio, come un “certo” Roberto Baggio e ha segnato il suo primo gol in Serie A contro l’Inter, proprio come il suo illustre concittadino barese Antonio Cassano.
Segnare il primo gol in A contro i nerazzurri è quasi sinonimo di carriera sicura, ma ci sono anche alcune eccezioni, alcune meteore.
Tra i grandi, non solo Cassano, ma anche due stranieri “doc” come Zinedine Zidane (Juventus-Inter 2-0 del 20 ottobre 1996) o Kakà (Milan-Inter 2-0 del 5 ottobre 2003).
La gara di domenica tra Torino e Inter (3-3) ha visto la prima rete in A anche dello svedese Pontus Farnerud, non certo un tiratore di fioretto, ma solo un onesto mestierante arrivato in Italia all’età di 29 anni.
Tra le promesse non mantenute, citazione doverosa per Henok Goitom, attaccante svedese di origini eritree. Il 19 febbraio 2005 ebbe il suo momento di gloria entrando nel finale di Udinese-Inter e segnando di testa la rete dell’1-1.

Foto: Infophoto.