Il Torino si riprende un gigantesco pezzo della sua storia. Il 17 ottobre avrà luogo la posa della prima pietra dei lavori di ricostruzione dello Stadio Filadelfia, la consegna è prevista per il 2016.

L’impianto ospiterà gli allenamenti dei granata e le partite del settore giovanile, potrà ospitare 4mila spettatori (2mila sotto la tribuna coperta, che somiglierà a quella vecchia) ed avrà due campi, uno dalle identiche dimensioni di quello dell’Olimpico con erba naturale, un altro di poco più piccolo, con un misto fra erba naturale e sintetica.

Il Fidalefia conterrà anche un museo, una caffetteria e la foresteria dedicata ai calciatori del settore giovanile. Sarà uno stadio dal design moderno, ma che conserverà in toto la fisionomia dell’impianto che ha ospitato le imprese del Grande Torino. Il costo si aggirerà intorno agli 8 milioni di euro, finanziati da Comune di Torino, Regione Piemonte e Fondazione Mamma Cairo.

Della ricostruzione dello Stadio Filadelfia si parlava da decenni, un sogno fortemente voluto e concretizzato grazie soprattutto alla caparbietà della Fondazione Stadio Filadelfia e da sette associazioni di tifosi del Torino.

‘Abbiamo avuto tante difficoltà, sia tecniche che amministrative’, ha dichiarato il presidente della Fondazione Stadio Filadelfia, Cesare Salvadori ‘c’è stato il ricorso della società giunta terza classificata alla gara di appalto, c’è stata la bonifica da ordigni bellici del terreno. Un percorso lungo e tortuoso,ma alla fine abbiamo raggiunto il nostro scopo. Le date di consegna saranno rispettate’.

Lo stadio Filadelfia prende il nome dall’area in cui sorge, Borgo Filadelfia, situata all’interno del quartiere Lingotto. Fu fatto costruire nel 1926 dal conte Enrico Marone di Cinzano, all’epoca presidente del Torino.

Al Filadelfia il Torino ha giocato fino alla fine della stagione 1962/63, conquistando su quel terreno di gioco sei dei suoi sette scudetti. Poteva contenere 30mila spettatori.

L’ultima partita disputata al Filadelfia fu un Torino-Napoli 1-1. Successivamente ha ospitato gli allenamenti dei granata, fino al 1989.