Mano pesante (ok, pesantina), quella del giudice sportivo nei confronti della Juventus, protagonista della volgare gazzarra scoppiata al termine di Juventus-Genoa di sabato scorso (foto by InfoPhoto). Antonio Conte è stato squalificato per due turni, così come Leonardo Bonucci, mentre alla società è stata comminata una multa da 50mila euro a causa delle dure contestazioni della tifoseria bianconera all’indirizzo della terna arbitrale. Un turno di squalifica anche per Giorgio Chiellini. Beppe Marotta è stato inibito fino al prossimo 18 febbraio.

Conte, si legge nel comunicato, è stato punito per aver “fronteggiato con atteggiamento intimidatorio il Direttore di gara e un Arbitro addizionale, contestando il loro operato con espressioni ingiuriose, che reiterava poco dopo negli spogliatoi”. Dure le motivazioni dietro alla squalifica di Bonucci, reo di aver “contestato platealmente l’operato degli Ufficiali di gara rivolgendo al Quarto Ufficiale un’espressione ingiuriosa, e per aver poco dopo, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti di un Arbitro addizionale rivolgendogli espressioni ingiuriose”.

Beppe Marotta è stato inibito per i medesimi motivi, mentre alla società è stata affibbiata una multa da 50mila euro a causa dei “numerosi sputi” indirizzati alla terna arbitrale mentre uscivano dal campo.