Mario Balotelli (foto by InfoPhoto) è stato squalificato per tre turni dal giudice sportivo: uno per il doppio cartellino giallo rimediato nel finale di Milan-Napoli, due “per avere, all’atto dell’espulsione, rivolto all’Arbitro espressioni ingiuriose ed intimidatorie“ riportate sul referto di Banti. Niente Bologna, niente Sampdoria e, soprattutto, niente Juventus: come ormai da pluriennale tradizione, insomma, il Milan dovrà fare a meno del suo giocatore migliore nel momento più delicato della stagione, anche se va detto che stavolta, contrariamente alle precedenti, ci sono pochi dubbi sull’esattezza della sentenza.

D’altra parte, il centravanti rossonero era stato apertamente criticato già ieri sera da allenatore e compagni, ben consapevoli che perderlo in questo periodo grigio significa complicarsi tremendamente una vita già di per sé difficile. Vedremo quale sarà la reazione ufficiale del club: più che un ricorso, sarebbe lecito aspettarsi una multa, e di quelle salate. Un’altra cosa che sarebbe lecito aspettarsi sono le scuse di Montella, ma questa è un’altra storia.

Marginalmente, il giudice sportivo ha anche deciso di infliggere un turno di squalifica alla Curva Sud a causa dei cori anti-Napoli (intesa come città) rilevati dai collaboratori della Procura Federale.