Sparta Praga-Lazio 1-1 e biancocelesti che escono indenni dall’andata degli ottavi di Europa League e che ora possono guardare con ottimismo al ritorno dell’Olimpico di giovedì 17 marzo.

Gara iniziata col piede sbagliato per gli uomini di Pioli, che al minuto 13 subiscono il gol di Frydek, che con una bella conclusione di destro.

Pochi minuti dopo la gara viene sospesa per i cori razzisti provenienti dal settore ospiti, occupato da 1500 tifosi della Lazio, indirizzati al calciatore dello Sparta Praga Costa, originario dello Zimbabwe.

Al 38′ il pareggio della squadra di Pioli. Calcio d’angolo, Hoedt colpisce a rete, Bicik respinge come può, ma sulla ribattuta Parolo è lesto a ribadire in gol. 1-1.

La ripresa è ancora appannaggio della Lazio, che potrebbe addirittura passare in vantaggio con Candreva, che al minuto 18 colpisce la traversa con un tiro dalla distanza.

Keita ha poi impegnato Bicik al 27′, occasione alla quale lo Sparta ha risposto con Marecek, su cui è stato bravo Marchetti. Alla fine è un 1-1 prezioso, che può far sorridere Pioli e la Lazio.

SPARTA PRAGA-LAZIO 1-1, il tabellino
SPARTA PRAGA: Bicik; Zahustel, Brabec, Holek, Costa; Marecek, Vacha; Dockal (14′ st Fatai), Frydek, Krejci; Lafata (17′ st Julis). A disp. Miller, Mazuch, Matejovsky, Jiracek, Konaté. All. Scasny.
LAZIO: Marchetti; Konko (1′ st Basta, 21′ st Mauricio), Bisevac, Hoedt, Radu; Milinkovic, Biglia, Parolo; Candreva, Matri (10′ st Lulic), Keita. A disp. Berisha, Onazi, Felipe Anderson, Klose. All. Pioli.
ARBITRO: Mallenco (Spa).
MARCATORI: pt 13′ Frydek (S), 39′ Parolo (L).
AMMONITI: Zahustel, Krejci (S), Matri (L). Al 26′ partita sospesa per qualche minuto a causa degli ululati razzisti dei tifosi laziali verso Costa.