Durante la conferenza stampa a Trigoria alla vigilia di Empoli-Roma, anticipo dell’ottava giornata di ritorno di Serie A, uno degli argomenti che Luciano Spalletti intende chiudere definitivamente è quello riguardante Francesco Totti: “è tutto a posto – ha sbrigativamente dichiarato il tecnico giallorosso -, rifarei quello che ho fatto con chiunque perché conta sempre più la squadra del singolo”.

Dopodiché, sul suo (im)probable impiego contro l’Empoli dal primo minuto: “Lunedì è venuto nello spogliatoio, si è presentato presto come al solito, ha fatto tutto quello che doveva fare con assoluta tranquillità. In campo da titolare dall’inizio? Abbiamo davanti un’altra squadra rispetto al Palermo e devo valutare“. Perentorio ma possibilista, insomma.

Poi un siparietto inatteso, singolare ma significativo con Spalletti che mostra in sala stampa un video con uno spezzone del match Roma-Palermo (vinto dalla Roma per 5-0) nel quale si evidenzia un ripiegamento difensivo esemplare da parte di Salah, così commentato dal tecnico umbro: “Eravamo al 30′ del secondo tempo sul 4-0, e lui aveva già fatto due gol, di cui uno straordinario dalla linea di fondo. Ecco, poteva prendersi solo la gloria e i 10 in pagella, invece ha fatto quella rincorsa lì… Per anni mi avete preso per il c… con i comportamenti giusti e questi sono i comportamenti giusti. Se riusciremo a fare così, se tutti lo faranno, allora ci toglieremo soddisfazioni importanti perché questo significa avere una squadra con un cuore“.

In conclusione, Spalletti cerca anche di ragionare in prospettiva, visto che dopo Empoli (al quale fa elogi particolari, per i suoi trascorsi in carriera proprio a Empoli) c’è un bel tour de force che porterà la Roma ad affrontare, nell’ordine, Fiorentina, Napoli e Inter: “Ci sono vari aspetti, positivi e negativi. Dobbiamo essere pronti a confrontarci con il meglio degli altri, e sarà difficilissimo perché metteranno tutto in campionato (essendo stati sia i viola che i partenopei eliminati dalle coppe, ndr). A Roma si sogna anche il secondo posto? Noi dobbiamo concentrarci perché l’Empoli è una delle squadre migliori del campionato, gioca ovunque con la stessa mentalità, ha un grandissimo allenatore. Per le partite che ha fatto meriterebbe qualche punto in più, corrono più di tutti, hanno una qualità straordinaria“.