Tutto pronto al Palais des Congrés Nice Acropolis di Nizza per il sorteggio dei gironi di qualificazione di Euro 2016. 53 nazionali divise in 6 fasce (qui trovi l’elenco completo) attendono di conoscere la propria sorte. L’Italia vicecampione d’Europa è inserita in fascia 1 insieme alle altre teste di serie e deve fare attenzione soprattutto alle squadre della seconda e della terza urna, Belgio in particolare. L’Europeo di Francia 2016 sarà, almeno per il momento, l’ultimo a essere organizzato in una singola nazione (nel 2020 via all’Europeo itinerante) e il primo a prevedere la cosiddetta “Settimana del calcio“, una piccola rivoluzione voluta dall’UEFA nel calendario internazionale.

Il sorteggio sta per iniziare, al cospetto di un elegantissimo Bixente Lizarazu e del solito impeccabile Ruud Gullit nei panni di maestri di cerimonia. E’ il difensore francese di origine basca a chiamare sul palco Fabien Barthez, compagno d’avventure con la grande Francia di Zidane, per l’occasione incaricato di portare sul palco il trofeo che l’ex portiere transalpino ha vinto nella tragica (per noi) notte di Rotterdam nel 2000. Dopo una clip che spiega ai fan il funzionamento della Settimana del Calcio, è finalmente l’ora di chiamare sul palco i quattro portieri a cui toccherà estrarre i nomi dalle prime due urne: Thomas Ravelli, Rinat Dasaev, Pat Jennings e José Angel Iribar.

L’Italia è stata estratta nel Gruppo H. Ora si procederà con l’estrazione dell’urna 6, quella contenente le nazionali più deboli del lotto. E’ Malta a essere sorteggiata nel girone dell’Italia. Il Portogallo sarà nel girone a 5 squadre.

Inizia il sorteggio dall’urna 5. L’Azerbaijan è la squadra inserita nel nostro gruppo.

Inizia il sorteggio dall’urna 4, attenzione al Montenegro. Ci tocca la Bulgaria.

Ora sì fa sul serio, è il momento del sorteggio delle urne 2-3. C’è anche il nostro Dino Zoff tra le leggende della porta chiamate al sorteggio.

Inizia il sorteggio dall’urna 3. L’Italia evita le squadre più forti e pesca la Norvegia.

Ora tocca a Zoff e al suo improbabile inglese pescare all’ultima urna, quella delle squadre più pericolose dopo le teste di serie. Il pericolo numero uno si chiama Belgio. La squadra di Wilmots finisce nel gruppo B, quello della Bosnia. Per l’Italia c’è la Croazia, forse la squadra più complicata dopo il Belgio.

Gruppo A: Olanda, Repubblica Ceca, Turchia, Lettonia, Islanda, Kazakhstan

Gruppo B: Bosnia-Erzegovina, Belgio, Israele, Galles, Cipro, Andorra

Gruppo C: Spagna, Ucraina, Slovacchia, Bielorussia, Macedonia, Lussemburgo

Gruppo D: Germania, Irlanda, Polonia, Scozia, Georgia, Gibilterra

Gruppo E: Inghilterra, Svizzera, Slovenia, Estonia, Lituania, San Marino

Gruppo F: Grecia, Ungheria, Romania, Finlandia, Irlanda del Nord, Far Oer

Gruppo G: Russia, Svezia, Austria, Montenegro, Moldova, Lichtenstein

Gruppo H: Italia, Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaijan, Malta

Gruppo I: Portogallo, Danimarca, Serbia, Armenia, Albania