Dopo le emozioni dell’urna della Champions League, è stata la volta dei sorteggi Europa League per i quarti di finale. E’ andata discretamente bene alla Fiorentina, accoppiata contro la Dinamo Kiev, mentre più insidioso, almeno sulla carta, il destino del Napoli, atteso dalla doppia sfida contro il Wolfsburg. Evitato, dunque, un altro derby europeo dopo Fiorentina-Roma, e soprattutto evitato il pericolo-Siviglia, squadra migliore del lotto. Le gare di andata si giocheranno giovedì 16 aprile, il ritorno è previsto per la settimana successiva, il 23. La finale è in programma il prossimo 27 maggio a Varsavia. Ecco il tabellone completo dei quarti di finale:

Siviglia-Zenit

Dnipro-Bruges

Dinamo Kiev-Fiorentina

Wolfsburg-Napoli

Da sottolineare come non si sia trattato di un sorteggio completamente libero. Vista la compresenza nelle urne di due squadre ucraine (Dnipro e Dinamo Kiev) e di una russa (lo Zenit), per evitare complicazioni dovute alla grave crisi lungo il confine russo-ucraino si è deciso di “pilotare” l’estrazione in modo da evitare incroci politicamente pericolosi. E così lo Zenit è stato abbinato al Siviglia, campione in carica e forse la principale favorita anche per questa edizione. Per quanto riguarda le italiane, va detto che l’apparenza può ingannare. La Dinamo Kiev è solo apparentemente un avversario più morbido del Wolfsburg: gli ucraini sono squadra di ottimo livello, con alcune ottime individualità (Yarmolenko su tutti), organizzata e forte fisicamente, capace di eliminare a suon di sberloni l’ultima inglese superstite (5-2 all’Everton). Viola favoriti, perché la squadra di Montella è tornata a esprimersi su ottimi livelli dopo un periodo di appannamento in autunno, ma con giudizio. Discorso contrario si può fare per il Napoli. Il Wolfsburg è secondo in Bundesliga, è squadra qualitativamente all’altezza dei partenopei e ha un gioco offensivo spettacolare ed efficace, ma in difesa balla non poco, come hanno dimostrato i due scontri con l’Inter. E’, insomma, un collettivo simile allo stesso Napoli: sarà una gara a chi colpisce più forte in avanti, o a chi sbaglia di meno dietro, e il pronostico è 50-50. Meno interessante l’ultimo duello, quello tra Dnipro e Bruges, due outsider.