Parafrasando ciò che urlava l’Highlander cattivo a un suo simile prima di spiccargli la testa, “ne è restata soltanto una”. Del terzetto di squadre italiane impegnate in Champions League, solo il Milan (la più improbabile, peraltro) è riuscita ad arrivare con tutte le ossa intere al sorteggio di Nyon, che oggi vedrà la composizione degli ottavi di finale. Ne è restata solo una, ma l’impressione è che durerà ancora poco. Nessun regalo di 114esimo compleanno in vista per i rossoneri: l’urna sarà spietata, da qualunque parte la si guardi. Bayern Monaco, Real Madrid, PSG, Borussia Dortmund, Atletico Madrid, Chelsea e Manchester United: queste le possibili avversarie dei rossoneri agli ottavi di finale, in programma tra il 18-19/25-26 febbraio e l’11-12/18-19 marzo. E quando il Manchester United ti sembra, fra tutte, quella più desiderabile, vuol dire che il tuo futuro nella manifestazione è duro e prevedibilmente breve.

In ogni caso, paradossalmente, la storia ci racconta una verità diversa: ovvero, sono le altre che dovrebbero preoccuparsi di incontrare il Milan. Prendiamo l’irresistibile Bayern Monaco: i tedeschi hanno perso 6 dei 10 incontri disputati contro i rossoneri, vincendone appena uno, ai supplementari (peraltro una vittoria di Pirro, visto che il 2-1 di quell’aprile 1990 qualificò il Milan alla finale di Vienna di Coppa Campioni). Anche Borussia Dortmund e PSG hanno precedenti negativi (rispettivamente, 4 e 3 sconfitte contro 2). Perfetto equilibrio con Chelsea, Real Madrid e Manchester United, mentre Atletico Madrid e Milan non si sono mai incontrati nelle coppe europee, se non in quella proto-competizione che era la Coppa Latina (4-1 per i rossoneri nell’unico precedente datato 1951).

ECCO GLI ACCOPPIAMENTI DEGLI OTTAVI DI FINALE:

Manchester City-Barcellona

Olympiakos-Manchester United

Milan-Atletico Madrid

Bayer Leverkusen-PSG

Galatasaray-Chelsea

Schalke 04-Real Madrid

Arsenal-Bayern Monaco

Zenit-Borussia Dortmund