I sorteggi Champions League hanno svelato gli accoppiamenti delle semifinali. Alla Juventus è toccato in sorte nientemeno che il Real Madrid di Carlo Ancelotti, forse la meno irresistibile delle tre corazzate rimaste in lizza, nonostante un titolo di campione d’Europa che fa spavento (per non parlare del resto). L’altra sfida stellare è naturalmente quella tra Barcellona e Bayern Monaco, che per i blaugrana si configura come una rivincita del massacro della semifinale del 2013. Affascinante il duello tra passato e futuro: Ancelotti si troverà contro la Juventus, allenata tra il 1999 e il 2001, mentre per Guardiola il confronto con il suo Barcellona sarà ancora più drammatico. Gare di andata in programma il 5 maggio a Torino e il 6 maggio a Barcellona, ritorno il 12 maggio a Monaco e il 13 maggio a Madrid. La finalissima di Berlino si giocherà il prossimo 6 giugno.

Ecco il tabellone delle semifinali:

Barcellona-Bayern Monaco

Juventus-Real Madrid

Sorteggi Champions League

E’ perfino paradossale che il Real Madrid campione d’Europe fosse considerato l’avversario meno impossibile per la Juventus, e questo la dice lunga sul livello di queste semifinali. Effettivamente, la squadra di Ancelotti ha palesato nelle ultime settimane diversi punti deboli, a cominciare da alcuni infortuni che hanno tolto di mezzo gente come Luka Modric (che non giocherà nemmeno le semifinali), Bale e Benzema (che restano in dubbio). Difensivamente i blancos concedono qualcosa di troppo, anche perché Casillas non è più la certezza di una volta. Inoltre, il finale in volata nella Liga potrebbe drenare energie fisiche e nervose ai madrileni, mentre la Juve in campionato sta passeggiando da diverse settimane. Sia chiaro, il Real Madrid resta strafavorito: ma Tevez e compagni non partono battuti. D’altra parte, anche nel 2003, quando la Juve si giocò l’ultima semifinale di Champions League prima di questa, sempre con il Real Madrid, i bianconeri partivano sfavoriti contro i galacticos di Zidane e Ronaldo: e si sa come andò a finire.

Il duello tra Barcellona e Bayern Monaco si preannuncia come uno dei più spettacolari degli ultimi anni. Quasi un gioco di specchi: la squadra forgiata da Guardiola contro la squadra attuale di Guardiola. In realtà, catalani e bavaresi sono meno propensi al tiqui-taka di quanto potrebbe sembrare: la verticalità di Luis Suarez e di Robert Lewandowski garantisce a entrambe le squadre una dimensione nuova e diversa dalla filosofia del Pep. Il Bayern Monaco, a nostro avviso, resta la squadra più forte e più completa d’Europa, ma il Barcellona è probabilmente quella più in forma, nonché quella con l’attacco migliore al mondo.