L’ombra del terrorismo incombe sui Giochi Olimpici di Sochi, al via tra meno di tre settimane. Dopo gli attentati di venerdì sera nel Daghestan, un nuovo allarme-sicurezza preoccupa gli organizzatori: in un video diffuso su Youtube, un gruppo di militanti islamici del Caucaso del Nord ha rivendicato gli attentati di Volgograd di fine dicembre, che avevano provocato la morte di 34 persone, minacciando di fare “un regalo” a Vladimir Putin e ai turisti alle Olimpiadi di Sochi:

Se organizzerai queste Olimpiadi, ti faremo un regalo per l’innocente sangue musulmano versato in Afghanistan, in Somalia, il Libia, e ci sarà un regalo anche per i turisti che verranno

Nel video, lungo 49 minuti, si vedono due uomini a volto scoperto,completamente vestiti di nero e armati di kalashnikov che parlano davanti alla telecamera, mentre sullo sfondo s’intravede uno striscione nero con versetti cornici analoghi a quelli solitamente mostrati dai terroristi di Al-Qaeda. In realtà, il gruppo sarebbe “Vilayat Daghestan”, legato agli islamici di Ansar al-Sunna, che si propongono di instaurare un Emirato nel Caucaso del nord, ovvero nella regione appena a est di Sochi. I terroristi chiedono il ritiro delle truppe federali russe dal territorio in questione, minacciando anche l’utilizzo di armi chimiche.