Tutto quanto è accaduto ieri, con commenti, cronache delle gare, curiosità, dichiarazioni, risultati, medagliere!

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 09.55 – 12.08 (12.55 – 15.08 a Sochi)

Disciplina: Snowboard – Finale PGS Femminile

Pista: Rosa Khutor Extreme Park

Risultati di Giornata: Finale PGS Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

SUI

Patrizia KUMMER

ORO

-

2

JPN

Tomoka TAKEUCHI

ARGENTO

-

3

RUS

Alena ZAVARZINA

BRONZO

-

16

ITA

Corinna BOCCACINI

-

-

26

ITA

Nadya OCHNER

-

-

Italiani in gara

Medagliere dello SNOWBOARD

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

USA

3

0

2

5

2

SUI

2

1

0

3

2

RUS

1

1

1

3

4

FRA

1

0

1

2

5

CZE

1

0

0

1

6

JPN

0

2

1

3

7

CAN

0

1

1

2

8

AUS

0

1

0

1

8

FIN

0

1

0

1

8

NOR

0

1

0

1

11

GBR

0

0

1

1

11

SLO

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curisoità

  • Zavarzina vince a sorpresa il bronzo, lei che dal 2012 ha avuto sempre infortuni, era meno accreditata delle russe, aveva il gesso al braccio fino all’anno scorso.
  • Kummer ha vinto 3 coppe del mondo (slalom gigante parallelo, slalom parallelo, classifica generale finale) tutte quest’anno. Si conferma la più forte vincendo la gara femminile
  • Per il Giappone, la medaglia della Takeuchi è la terza nello snowboard.

La svizzera si impone nella gara femminile, battendo in finale la giapponese Tomoka Takeuchi. Terzo posto per Alena Zavarzina. Nella gara maschile trionfa Vic Wild, marito proprio di Alenza, mentre sul podio salgono con lui Nevin Galmarini e lo sloveno Zan Kosir. Poca gloria per gli azzurri.

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 09.55 – 12.08 (12.55 – 15.08 a Sochi)

Disciplina: Snowboard – Finale PGS Maschile

Pista: Rosa Khutor Extreme Park

Risultati di Giornata: Finale PGS Maschile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

RUS

Vic WILD

ORO

-

2

SUI

Nevin GALMARINI

ARGENTO

-

3

SLO

Zan KOSIR

BRONZO

-

18

ITA

Roland FISCHNALLER

-

-

28

ITA

Christoph MICK

-

-

30

ITA

Aaron MARCH

-

-

DSQ

ITA

Meinhard ERLACHER

-

-

Italiani in gara

Medagliere dello SNOWBOARD

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

USA

3

0

2

5

2

SUI

2

1

0

3

2

RUS

1

1

1

3

4

FRA

1

0

1

2

5

CZE

1

0

0

1

6

JPN

0

2

1

3

7

CAN

0

1

1

2

8

AUS

0

1

0

1

8

FIN

0

1

0

1

8

NOR

0

1

0

1

11

GBR

0

0

1

1

11

SLO

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curiosità

  • Wild (Rus) , atleta americano che non potendo gareggiare per gli Usa in coppa del mondo, decide di diventare russo. Sposa l’atleta russa Zavarzina , e insieme alla moglie,  terza a sorpresa nella gara femminile, vanno sul podio alle olimpiadi di Sochi nello snowboard slalom gigante. Lui medaglia d’oro, lei di bronzo.
  • Sono la prima coppia sposata a vincere una medaglia nella stessa disciplina dal 2002 (nel biathlon, la norvegese Liv-Grete Skjelbreid, da sposata Liv Grete Poiree, e il francese Raphael Poiree, vinsero medaglia da sposati nel 2002 a Salt Lake City, il francese vinse l’argento nell’inseguimento, la norvegese l’argento nella 15 km individuale)
  • Kosir(Slo), terzo nella gara maschile, vincendo il bronzo vince la prima medaglia per la Slovenia nello snowboard. La Slovenia è a quota 7 medaglie a Sochi adesso, cioè quante ne aveva vinte in tutta la storia delle Olimpiadi nelle varie discipline dal 1994 al 2010.
  • Wild contro I-Pod: Wild è il caso opposto di  Iouri Podladtchikov (detto I-Pod), che invece era un’atleta russo nell’halfpipe maschile di snowboard e che, fatte Olimpiadi per la Russia a torino, papà emigra per la svizzera, prende passaporto per la Svizzera e vince nella gara di Sochi (quella in cui White era bi-campione olimpico ed era arrivato quarto…)

Patrizia Kummer e Vic Wild: sono loro i primi medaglaito d’oro di Sochi 2014 per quanto riguarda lo snowboard alpino. La svizzera e l’americano naturalizzato russo hanno infatti vinto la prova di Gigante Parallelo. Sabato la seconda gara, quella di Slalom.

La dominatrice di un’intera stagione compie il suo capolavoro trionfando nella gara più importante di tutte: Patrizia Kummer, che nella breve stagione di Coppa del Mondo ha sbancato l’intero jackpot di Coppe di specialità e  Coppa overall, si conferma regina assoluta dello snowboard parallelo portandosi a casa la prova del PGS. Una condotta di gara molto sagace ha permesso alla Svizzera di gestire la prima run – dove si è limitata a stare in scia all’avversaria – e poi dare il tutto per tutto nella seconda: una tattica che ha pagato in ogni fase della competizione, finale compresa dove ha affrontato e regolato la sua più tenace avversaria di stagione, ovvero la nipponica Tomoka Takeuchi. La copertina però se la prende Alena Zavarzina, russa di Novosibirsk, una spaventosa collezione di infortuni alle spalle, moglie di quel Vic Wildamericano diventato russo per amore e oggi medaglia d’oro nella competizione maschile.
Nel giorno in cui Ekaterina Tudegesheva e Ekaterina Ilyukhinatradiscono le speranze di medaglia di un’intera nazionae, Alena fa esplodere il tifo russo assiepato nel parterre di Rosa Khutor e si va a prendere una medaglia di bronzo che ha il sapore della favola. Assenti di lusso alla festa del podio canadesi e austriache: eppure la gara si era messa bene per le canadesi, che potevano contare su be ntre rider nella fase finale, ma tanto Caroline Calve quanto Marianne Leeson eAriane Lavigne non sono riuscite a entrare in lotta per le medaglie. Peggio è andata all’Austria, che ha raccolto il legno di Ina Meschit, mentre non hanno addirittura centrato le qualificazioni agli ottavi di finale tanto Julia Dujimovits quanto Marion Kreiner. Poca gloria anche per le azzurre in gara: Nadya Ochner ha stampato solo il ventiseiesimo tempo, mentre Corinna Boccacini ha strappato la qualificazione agli ottavi con l’ultimo tempo utile e purtroppo poco ha potuto contro la Takeuchi.

Non sono mancate le sorprese nemmeno nella gara maschile. Una gara stregata per gli italiani, tutti finiti fuori dalla gara già alle qualificazioni. Migliore degli azzurri è stato Roland Fischnaller diciottesimo e fuori per un nulla dal tabellone principale, mentre Cristoph Mick e Aaron Marchhan chiuso rispettivamente ventottesimo e trentesimo. Squalificato infine Meinahrd Erlacher, così come uno dei nomi che alla vigilia figuravano fra i favoriti, ovvero quello di Lukas Mathies, austriaco. Austria che torna a casa a mani vuote anche nel settore maschile, mentre fanno gran festa la Russia e la Svizzera. Perchè Vic Wild si prende un oro storico, perchè Nevin Galmarini è d’argento, mentre ciascuna nazione festeggia la doppia medaglia in giornata. Terzo posto per lo sloveno Zan Kosir, che nella small finale regola il tedesco Bussler. Lontano dal podio Andrea Prommeger, così come il canadese J.J. Anderson, oro a Vancouver prima di ritirarsi a coltivare mirtilli e…fare una puntatina a Sochi per dare la caccia al secondo oro a 39 anni.

Sabato è in programma la gara di slalom, che si spera possa essere più congeniale agli azzurri. Per loro è necessario un immediato riscatto, perchè il potenziale della squadra è molto alto.

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 10.05 – 12.03 (13.05 – 15.03 a Sochi)

Disciplina: Fondo – Finale Sprint Squadre Femminile

Pista: Laura Cross Country Ski & Biathlon Centre

Risultati di Giornata: Sprint Squadre Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

NOR

Marit BJOERGEN

Ingvild Flugstad OESTBERG

ORO

16:04.05

2

FIN

Kerttu NISKANEN

Aino-Kaisa SAARINEN

ARGENTO

16:13.14

3

SWE

Ida INGEMARSDOTTER

Stina NILSSON

BRONZO

16:23.82

Italiani in gara

Medagliere dello FONDO

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

4

1

3

8

2

SWE

2

5

4

11

3

SUI

2

0

0

2

4

FIN

1

2

0

3

5

POL

1

0

0

1

6

RUS

0

2

0

2

7

FRA

0

0

1

1

7

GER

0

0

1

1

7

SLO

0

0

1

1

Info e Curosità:

  • La Norvegia diventa la prima nazione a vincere una medaglia in tutte le 12 gare di sci di fondo alle Olimpiadi Invernali. È la prima medaglia d’oro della Norvegia in questa gara.
  • La squadra norvegese , Marit BJOERGEN e Ingvild Flugstad OESTBERG (NOR), sono sempre state in controllo e hanno vinto con 9.09 secondi sulle finlandesi Aino-Kaisa SAARINEN e Kerttu NISKANEN (FIN), con la Svezia (Ida INGEMARSDOTTER e Stina NILSSON, SWE) di bronzo.
  • La Bjoergen, che ha vinto gia l’oro nello skiathlon femminile, vince la 5° medaglia d’oro alle Olimpiadi. È a  quota 9 invece nelle medaglie totali, a meno una medaglia da Raisa Smetanina(Urs\Sov) e Belmondo(Ita) a quota 10, ma ha la possibilità di raggiungerle nella 30 km a tecnica libera di sabato.
  • È a una medaglia d’oro dalla Lyubov YEGOROVA (Sov/RUS, sci di fondo) e da  Lidia SKOBLIKOVA (URS, pattinaggio di velocità) che sono a quota 6 come atlete con piu medaglie d’oro alle Olimpiade.
  • La Norvegia supera la rivale Svezia nel conto delle medaglie d’oro in queste Olimpiadi, 4 la Norvegia e 2 la Svezia, e in quello totale 8 contro 10.
  • Per la finlandese Saarinen è la quinta medaglia olimpica. Solo la connazionale Marja-Liisa KIRVESNIEMI ha vinto piu medaglie(7) tra le atlete finlandesi con piu medaglie.
  • La Svezia, in campo femminile, vince la terza medaglia in questa gara. La Svezia aveva vinto l’oro nella team sprint femminile nel 2006, l’argento nel 2010 e il bronzo oggi nel 2014.
  • Ingvild Flugstad OESTBERG (NOR) – Sull’ oro vinto: “E ‘incredibile, non riesco a crederci. La mia prima Olimpiade e prima una medaglia d’argento (nella sprint individuale a tecnica  libera), e ora una medaglia d’oro. Ringrazio le ragazze.
  • Marit Bjoergen (NOR) – Sui buoni sci che hanno contribuito alla loro performance per la medaglia d’oro: “E ‘stato incredibile non pensavo che sarebbe stato possibile lottare per la medaglia d’oro, ma abbiamo avuto gli sci perfetti -. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro.

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 11.25 – 13.13 (14.25 – 16.13 a Sochi)

Disciplina: Sci Alpino – Finale Gigante Maschile

Pista: Rosa Khutor Alpine Centre

Risultati di Giornata: Finale Gigante Maschile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Difference

1

USA

Ted LIGETY

ORO

2:45.29

2

FRA

Steve MISSILLIER

ARGENTO

+0.48

3

FRA

Alexis PINTURAULT

BRONZO

+0.64

11

ITA

Luca DE ALIPRANDINI

-

+1.62

17

ITA

Davide SIMONCELLI

-

+2.06

-

ITA

Roberto NANI

-

DNF

-

ITA

Manfred MOELGG

-

DNF

Italiani in gara

Medagliere dello SCI ALPINO

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

AUT

2

2

1

5

2

SUI

2

0

1

3

3

SLO

2

0

0

2

4

USA

1

1

2

4

5

GER

1

1

1

3

6

NOR

1

0

1

2

7

FRA

0

1

1

2

7

ITA

0

1

1

2

9

CRO

0

1

0

1

10

CAN

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info in Breve:

Info

  • Dall’inizio della stagione 2010\2011  Ted LIGETY (USA) e Marcel HIRSCHER (AUT) hanno vinto 23 dei 31 slalom giganti di coppa del mondo. LIGETY ne ha vinti 16, l’austriaco ne ha vinti 7.
  • Da quando il gigante è disciplina olimpica, cioè da Oslo 1952, l’Austria ha vinto 18 medaglie olimpiche nel gigante. È la 6a volta che uno sciatore dell’Austria non è finito sul podio su 17 slalom giganti.
  • Ted Ligety(Usa) diventa il primo atleta non Europeo a vincere il gigante alle Olimpiadi.
  • Ligety diventa il secondo uomo degli Usa a vincere una medaglia olimpica in questa gara dopo l’argento di Bode Miller nel 2002.
  • Ligety, che ha vinto la combinata nel 2006, diventa il primo uomo a vincere l’oro olimpico sia nel gigante che nella combinata.
  • L’Austria ha vinto 18 medaglie nei 17 giganti disputatisi alle Olimpiadi. L’Austria ha mancato il podio nel 2010, ed è la prima volta dal 1972-76 che l’Austria non vince una medaglia in due giganti consecutivi.
  • I francesi, secondi e terzi, sono sul podio. L’ultima medaglia d’oro francese in gigante era stata Jean-Claude KILLY (FRA) nel 1968. PINTURAULT è arrivata sul podio 4 volte e non ha mai fatto peggio di un quinto posto sui 7 slalom(compreso quello di Sochi) disputati questa stagione.

Curiosità

Palmares OLIMPIDCO TED LIGETY: (2 MEDAGLIE TOTALI)

Dopo una prima manche capolavoro a Ted Ligety basta tirare allo spasimo solo nei primi 20 secondi della seconda per trionfare nel gigante olimpico maschile di Sochi.

Qui il risultato completo e l’analisi della gara! 

In una giornata soleggiata e quindi totalmente diversa da quella in cui si è disputato il gigante femminile di ieri e anche con neve che non era più tutta acqua lo statunitense si porta a casa il suo secondo alloro a cinque cerchi dopo quello conquistato in combinata aTorino 2006, unica medaglia che aveva finora vinto ai Giochi invernali e tra l’altro il suo è il primo oro olimpico di un paese extraeuropeo nel gigante maschile, inoltre diventa il primo statunitense a vincere due ori olimpici nello sci alpino.

La gara per il primo posto non ha praticamente avuto storia, Ligety è sceso nella seconda manche sapendo di dover fare meglio del franceseSteve Missillier, che in quel momento era al comando e sul quale aveva un vantaggio di 1”50 che ha amministrato in assoluta tranquillità battendolo sul traguardo di 48 centesimi. Missillier, mai meglio del quarto posto tra i pali larghi, piazzamento ottenuto a Sölden lo scorso ottobre, e un solo podio in carriera ma tra i pali stretti datato 12 dicembre 2010 a Val-d’Isère, ha rimontato dal decimo posto della prima metà gara andando a vincere un incredibile argento.

Sul gradino più basso del podio c’è un altro francese, quello più atteso,Alexis Pinturault, bronzo a 64 centesimi da Ligety e in rimonta dal sesto posto, sia lui che Missillier sono alla loro prima medaglia nei grandi eventi e mai due transalpini erano saliti insieme sul podio olimpico in questa specialità mentre Ligety tra Olimpiadi e Mondiali è arrivato a un totale di ben sei ori e un bronzo, i due francesi nella seconda frazione hanno fatto i migliori tempi con Missillier tre decimi meglio di Pinturault.

Il grande deluso di giornata è sicuramente Marcel Hirscher, quarto a 3 decimi dal podio dopo essere stato settimo a metà gara e irriconoscibile in entrambe le manche, per lui continua la maledizione olimpica dato che quattro anni fa aveva ottenuto lo stesso piazzamento in gigante ed era stato quinto in slalom ma sabato sera tra i pali stretti ha tutte le possibilità di sfatarla, certo che ha bucato nell’occasione più importante dopo ben dieci podi consecutive tra i pali larghi compreso quello deiMondiali di Schladming dell’anno scorso.

Quinto l’altra grande sorpresa di giornata, il ceco Ondřej Bank, al miglior risultato eguagliato in carriera, come in Alta Badia il 19 dicembre 2010, sesto quello che ha rischiato di essere il migliore degli austriaci, Matthias Mayer, che ha gareggiato grazie a un permesso speciale per aver vinto l’oro in discesa altrimenti per regolamento non avrebbe avuto il numero minimo di giganti disputati in stagione per partecipare, cinque, ma si sa che quando si tratta di chiudere entrambi gli occhi e fare un favore al Wunderteam la FIS non si tira mai indietro.

Settimo l’eterno austriaco Benni Raich per il quale abbiamo finito le parole di elogio, così come per il tedesco Felix Neureuther, ottavo malgrado il colpo di frusta procuratosi nell’incidente stradale di cinque giorni fa, nono il francese Thomas Fanara e decimo il giovane norvegese Henrik Kristoffersen che cresce a vista d’occhio anche in gigante.

Amaro in bocca in casa Italia, i nostri non sono riusciti a interpretare bene i dossi che la tracciatura della seconda manche aveva reso molto più impegnativi rispetto alla prima, Davide Simoncelli è crollato dal terzo al diciassettesimo posto, Manfred Moelgg e Roberto Nani sono finiti addirittura fuori nello stesso punto, solo Luca De Aliprandini ha fatto una buona frazione classificandosi undicesimo col settimo tempo parziale. Sabato sera, come detto, lo slalom in notturna che chiuderà il programma dello sci alpino a questi Giochi.

Davide Simoncelli: ”Arrabbiarsi adesso serve a poco. Sono partito convinto anche nella seconda frazione, esattamente come nella prima manche, ma ho accusato di più la pista. Ho fatto una serie di piccoli errori che mi hanno fatto rallentare. Certo, la delusione c’è e si poteva far bene, ma alla fine è una gara e bisogna guardare avanti”.

Roberto Nani: ”Non mi nascondo, puntavo a fare una medaglia perché si sa che alle Olimpiadi spesso escono n omi nuovi e ci contavo. Non è andata, però vengo da una buona stagione, ci sono altre gare e devo essere positivo”.

Luca De Aliprandini: ”Per me qualcosa di buono c’è, ho fatto una bella seconda manche. Mi dispiace per i miei compagni perché ci meritavamo qualcosa oggi. E’ una bella esperienza essere qui, se qualcuno me lo avesse detto ad inizio stagione non ci avrei mai creduto. Porto via tante impressioni positive che non potranno che farmi crescere”.

Manfred Moelgg: ”Ho provato a prendere qualche rischio in più per cercare di ottenere un risultato, ma ho esagerato ed è andata finire così. Ho ancora un’altyra possibilità dove ci sarà da temere Pinturault perché la medaglia che ha fatto oggi gli farà un gran bene. Io però adesso mi concentro subito e questa gara cerco di dimenticarla il prima possibile”.

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 12.35 – 14.03 (15.35 – 17.03 a Sochi)

Disciplina: Fondo – Finale Sprint Squadre Maschili

Pista: Laura Cross Country Ski & Biathlon Centre

Risultati di Giornata: Finale Sprint Squadre Maschili

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

FIN

Sami JAUHOJAERVIIivo NISKANEN

ORO

23:14.89

2

RUS

Nikita KRIUKOVMaxim VYLEGZHANIN

ARGENTO

23:15.86

3

SWE

Emil JOENSSONTeodor PETERSON

BRONZO

23:30.01

Italiani in gara                                           Medagliere dello FONDO

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

4

1

3

8

2

SWE

2

5

4

11

3

SUI

2

0

0

2

4

FIN

1

2

0

3

5

POL

1

0

0

1

6

RUS

0

2

0

2

7

FRA

0

0

1

1

7

GER

0

0

1

1

7

SLO

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info in Breve:

  • La vittoria di Iivo NISKANEN (FIN) e Sami JAUHOJAERVI (FIN) nella sprint a coppie in tecnica classica è la prima medaglia d’oro della Finlandia in questa specialità.
  • La medaglia d’argento della Russia in questa gara è la terza in altrettante gare. La Russia vinse il bronzo in questa gara sia nel 2006, sia nel 2010.
  • La medaglia di bronzo di  Emil JOENSSON (SWE) e di Teodor PETERSON (SWE)è la seconda nelle sprint dopo quelle nell’individuale a Sochi.

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 14.25 – 16.23 (17.25 – 19.23 a Sochi)

Disciplina: Pattinaggio Velocità  – Finale Finale 5000m Femminile

Impianto: Adler Arena

Risultati di Giornata: Finale Finale 5000m Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Difference

1

CZE

         Martina SABLIKOVA

ORO

6:51.54

2

NED

                    Ireen WUST

ARGENTO

+2.74

3

NED

Carien KLEIBEUKER

BRONZO

+4.12

Italiani in gara                                           Medagliere dello PATTINAGGIO VELOCITA’

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NED

6

7

8

21

2

CZE

1

1

0

2

3

CHN

1

0

0

1

3

KOR

1

0

0

1

3

POL

1

0

0

1

6

CAN

0

1

1

2

6

RUS

0

1

1

2

L’Italia nel medagliere

Info in Breve:

  • Per Martina SABLIKOVA è la seconda medaglia a Sochi dopo l’ARGENTO NEI 3000m
  • SABLIKOVA vince la sua terza medaglia d’oro, record per un’atleta ceca alle Olimpiadi estive e invernali
  • WUST: La pattinatrice olandese vince la terza medaglia d’argento a Sochi ed è la settima in totale, record per l’Olanda ai Giochi Olimpici Invernali
  • Per Ireen WUST si tratta invece della quarta medaglia a Sochi. Prima si era aggiudicata l’ORO nei 3000m e  due ARGENTI nei 1500m e 10m
  • Prima medaglia alle Olimpiadi di Sochi per Carien KLEIBEUKER che, all’età di 35 anni e 344 giorni, diventa l’atleta olandese più anziana a vincere una medaglia per l’Olanda alle Olimpiadi Invernali

Curiosità

  • Nel medagliere Olandese ben 21 medaglie, su 22 totali, vengono dal pattinaggio velocità

 

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 15.20 – 17.03 (18.20 – 20.03 a Sochi)

Disciplina: Biathlon – Finale Staffetta Mista

Pista: Laura Cross Country Ski & Biathlon Centre

Risultati di Giornata: Finale Staffetta Mista

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Difference

1

NOR

Tora BERGER

Ole Einar BJOERNDALEN

Tiril ECKHOFF

Emil Hegle SVENDSEN

ORO

1:09:17.0

2

CZE

Ondrej MORAVEC

Gabriela SOUKALOVA

Jaroslav SOUKUP

Veronika VITKOVA

ARGENTO

+32.6

3

ITA

Lukas HOFER

Karin OBERHOFER

Dorothea WIERER

Dominik WINDISCH

BRONZO

+58.2

Italiani in gara                                           Medagliere dello BIATHLON

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

3

1

1

5

2

BLR

3

0

1

4

3

FRA

2

1

1

4

4

SVK

1

0

0

1

5

CZE

0

3

2

5

6

RUS

0

1

1

2

7

AUT

0

1

0

1

8

GER

0

1

0

1

9

SUI

0

1

0

1

10

ITA

0

0

1

1

  • L’Italia nel medagliere

Info in Breve

  • La Norvegia ha anche vinto le ultime 3 edizioni dei campionati del mondo.
  • Ole Einar Bjoerndalen ( NOR) vince la sua  13 ° medaglia , stabilendo un nuovo record ai Giochi Olimpici Invernali
  • Bjoerndalen aveva eguagliato il suo connazionale Bjorn Daehlie ( NOR) a 12 medaglie vincendo l’oro nella 10 km sprint maschile di Sabato 8 febbraio.
  • Bjoerndalen vince l’ottava medaglia d’oro, eguagliando il record di tutti i tempi alle Olimpiadi Invernali di Daehlie.
  • In tutte le Olimpiadi estive e invernali, solo Michael Phelps (USA) con 22 medaglie in piscina , Larissa Latynina (URS) con 18 nella ginnastica artistica , e Nikolai Andrianov (URS) sempre nella ginnastica artistica, hanno vinto più di 13 medaglie.

PALMARES OLIMPICO Ole Einar Bjørndalen: 13 MEDAGLIE TOTALI

Medaglie dell’Italia alle Olimpiadi nel biathlon

Uomini:

1988 Calgary  - 20 km individuale: Bronzo  Johann Passler (Ita)

1998 Nagano 20 km individuale: argento Pieralberto Carrara (Ita)

1988 Calgary Staffetta 4×7.5 km: bronzo (Werner Kiem, Gottlieb Taschler, Johann Passler, Andreas Zingerle)

Donne:  mai sul podio alle Olimpiadi, Karin Oberhofer e Dorothea Wierer prime biathlete italiane sul podio olimpico. Il miglior risultato individuale in una gara femminilealle Olimpiadi è il 4° posto di Karin Oberhofer nella Sprint 7.5 km di Sabato 8 febbraio sempre a Sochi

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 18.18 – 19.23 (21.18 – 22.23 a Sochi)

Disciplina: Bob – Finale Bob Due Femminile

Impianto: Sliding Centre Sanki

Risultati di Giornata: Finale Bob Due Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

CANADA 1

Kaillie HUMPHRIES

Heather MOYSE

ORO

3:50.61

2

USA 1

Elana MEYERS

Lauryn WILLIAMS

ARGENTO

+0.10

3

USA 2

Jamie GREUBEL

Aja EVANS

BRONZO

+1.00

Italiani in gara

Medagliere dello BOB

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

RUS

1

0

0

1

2

CAN

1

0

0

1

3

USA

0

1

2

3

4

SUI

0

1

0

1

Info e Curiosità

  • Dopo aver vinto la Coppa del Mondo di questa stagione (2013-2014) per un punto,  Kaillie Humphries, beffa di nuovo l’americana Meyers. La Meyers (insieme alla frenatrice Williams, Usa1), in testa dopo 3 delle 4 manche a Sochi, viene beffata nell’ultima manche e deve accontentarsi dell’argento.
  • Con una quarta manche strepitosa Can 1 (Humphries-Moyse) rivince il titolo olimpico dopo aver vinto Vancouver 2010, da favorita in quanto anche campionesse del mondo in carica.
  • La WILLIAMS (USA) , frenatrice di Usa 1 (pilota è la Meyers) aveva  vinto l’oro nella staffetta  4x100m ai Giochi Olimpici di Londra 2012, ma arriva solo seconda nella 4° manche e sfuma il suo sogno di vincere l’oro anche nel Bob a 2 femminile(si deve accontentare dell’argento). Infatti l’unico atleta ad aver vinto l’oro sia nelle Olimpiadi Estive che Invernali rimane Edward EAGAN (USA), che aveva vinto l’oro nella boxe categoria mediomassimi nel 1920 e nel bob a 4 alle Olimpiadi Invernali di Oslo 1932.

Data: 19 Febbraio 2014    Ora: 9.00 – 20.30  (12.00 – 23.30 a Sochi)

Disciplina: Hockey  – Torneo Maschile

Impianto: Bolshoy Ice Dome -  Shayba Arena

Risultati di Giornata: Torneo Femminile

Prova

Partita

Risultato

TELECRONACA

Torneo Maschile – Quarti di Finale

SWE-SLO

5-0

i

Torneo Maschile – Quarti di Finale

FIN-RUS

3-1

Torneo Maschile – Quarti di Finale

CAN-LAT

2-1

Torneo Maschile – Quarti di Finale

USA-CZE

                  5-2

Data: 19 Febbraio 2014  Ora: 11.00 – 19.00 (14.00 – 22.00 a Sochi)

Disciplina: Curling  – Torneo Femminile – Maschile

Impianto: Ice Cube Curling Centre

Risultati di Giornata: Curling Femminile e Maschile

Prova

Partita

Risultato

TELECRONACA

Torneo Femminile – Semifinale

GBR-CAN

4-6

Torneo Femminile – Semifinale

SWE-SUI

7-5

-

Torneo Maschile – Semifinale

SWE-GBR

5-6

-

Torneo Maschile – Semifinale

CAN-CHN

10-6

Italiani in Gara Non è presente la squadra italiana di Curling

Torneo Femminile

  • Gran Bretagna-Svizzera  finale medaglia di BRONZO – 20 febbraio alle 9.30
  • Svezia – Canada finale medaglia d’ ORO – 20 febbraio alle 14.30

Torneo Maschile

  • Svezia – Cina  finale medaglia di BRONZO – 21 febbraio alle 9.30
  • Gran Bretagna – Canada finale medaglia d’ ORO – 21 febbraio alle 14.30

 

Medagliere Generale

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

9

4

7

20

2

GER

8

3

4

15

3

USA

7

5

11

23

4

RUS

6

9

7

22

5

NED

6

7

9

22

6

SUI

6

3

1

10

7

CAN

5

9

4

18

8

BLR

5

0

1

6

9

POL

4

0

0

4

21

ITA

0

2

5

7