Tutto il riassunto della tredicesima giornata di Olimpiadi!

Data: 20 Febbraio 2014  Ora: 10.25 – 12.03 (13.25 – 15.03 a Sochi)

Disciplina: Freestyle – Finale Cross Maschile

Pista: Rosa Khutor Extreme Park

Risultati di Giornata: Finale Cross Maschile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

FRA

Jean Frederic CHAPUIS

ORO

-

2

FRA

Arnaud BOVOLENTA

ARGENTO

-

3

FRA

Jonathan MIDOL

BRONZO

-

Italiani in gara

Nessun italiano in gara

Medagliere del FREESTYLE

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

CAN

3

3

1

7

2

USA

3

2

2

7

2

BLR

2

0

0

2

4

FRA

1

2

2

5

5

AUS

0

1

1

2

5

CHN

0

1

1

2

7

JPN

0

0

1

1

7

RUS

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curiosità

  • Jean Frederic CHAPUIS (FRA), Arnaud BOVOLENTA (FRA) e Jonathan MIDOL (FRA) finiscono primo, secondo e terzo.
  • È la prima volta di una tripletta  francese alle Olimpiadi Invernali.
  • L’ultima volta che ci fu un en-plein di medaglie da parte dei francesi in una gara fu 90 anni fa alle Olimpiadi Estive, quando la Francia vinse nella ginnastica artistica l’oro e due argenti negli uomini nel 1924 e riempi il podio.
  • Questa è stata la sesta tripletta a Sochi dopo le 4 fatte dall’Olanda nel pattinaggio di velocità, e 1 fatta dagli Usa nello Slopestyle maschile nel freestyle.
  • 6 triplette è record per una singola Olimpiade Invernale. A Innsbruck 1964 ce ne furono 5.
  • La Francia ha ora 14 medaglie ed è il bottino piu grande per i francesi alle Olimpiadi Invernali. 11 ne aveva vinte nel 2002 e 2010.
  • CHAPUIS ha vinto la seconda medaglia d’oro nel freestyle dopo Edgar GROSPIRON (FRA) che vinse nelle gobbe uomini nel 1992.
  • Il francese Pierre VAULTIER (FRA) aveva vinto invece nello snowboard cross martedi 18 febbraio a Sochi.
  • Solo la squadra femminile canadese era riuscita a vincere sia nello snowboard cross sia nel freestyle cross alle Olimpiadi Invernali(2010).

Data: 20 Febbraio 2014  Ora: 11.50 – 13.18 (14.50 – 16.18 a Sochi)

Disciplina: Combinata Nordica – Finale Squadra Maschile dal Grande Trampolino

Pista: RusSki Gorki Jumping Centre

Risultati di Giornata: Finale Squadra Maschile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Time / Difference

1

NOR

Joergen GRAABAK

Haavard KLEMETSEN

Magnus KROG

Magnus Hovdal MOAN

ORO

47:13.5

2

GER

Eric FRENZEL

Bjoern KIRCHEISEN

Fabian RIESSLE

Johannes RYDZEK

ARGENTO

(+0.3)

3

AUT

Christoph BIELER

Bernhard GRUBER

Lukas KLAPFER

Mario STECHER

BRONZO

(+3.4)

8

ITA

Armin BAUER

Samuel COSTA

Alessandro PITTIN

Lukas RUNGGALDIER

-

(+2:51.2)

Italiani in gara

Medagliere della COMBINATA NORDICA

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

2

1

1

4

2

GER

1

1

1

3

2

JPN

0

1

0

1

4

AUT

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curiosità

  • La Norvegia non vinceva una gara a squadre dal 1998 in questa competizione.
  • Magnus Moan (Nor) riesce finalmente a vincere un oro alle Olimpiadi, seppur a squadre. Aveva vinto l’argento nella gara Sprint di Torino 2006, e il bronzo sempre  a Torino nella gara dal piccolo trampolino
  • Bjorn Kircheisen(Ger) vincendo l’argento in staffetta a Sochi ha vinto la sua 4° medaglia olimpica in carriera (tutte le medaglie olimpiche le ha vinte in staffetta, 2 argenti a Salt Lake City 2002 e  Torino 2006; e 1 bronzo a Vancouver 2010). Ha vinto 14 medaglie tra Olimpiadi e Mondiali (nessun oro)
  • Per Mario Stecher  (Aut) è la quarta medaglia olimpica (con oggi sono 2 ori e 2 bronzi, vinti tutti in staffetta).

Come da pronostico della vigilia la Norvegia ha conquistato la medaglia d’oro della staffetta di combinata nordica in una gara per la verità soporifera e decisasi nelle prime due frazioni. La Germania, forte di 25″ di vantaggio sulla Norvegia dopo il segmento di salto, ha sorprendentemente deciso di schierare il debilitato Eric Frenzel al lancio, affidato invece dai norvegesi a Magnus Moan. Quest’ultimo si è reso protagonista di una partenza a razzo riuscendo ad azzerare il gap dai tedeschi in soli 1.500 metriLukas Klapfer ha tenuto le code dello scandinavo e al vertice si è formato un terzetto. Tatticamente quindi le cose si sono messe bene per l’Austria e male per la Francia in quanto Sebastien Lacroix non ha potuto agganciare Moan e dopo essersi avvicinato a una dozzina di secondi ha pagato dazio.

In seconda frazione Björn Kircheisen non ha guadagnato alcunché su Håvard Klemetsen, di conseguenza la Norvegia è diventata l’ovvia favorita e i tre al comando hanno tenuto a bagnomaria François Braud. La terza frazione è stata interlocutoria con Magnus Krog, Johannes Rydzek e Bernhard Gruber a procedere d’intesa, mentre alle loro spalle si è verificato il crollo di Maxim Laheurte che ha affossato ogni velleità di rimonta francese. Dopo una quarta frazione narcotica tanto quanto le due precedenti, la competizione si è decisa in volata dove Jørgen Graabak ha agevolmente controllato Fabian Rießle con Mario Stecher a chiudere terzo.

Dunque medaglia d’oro per la Norvegia che torna a vincere la staffetta olimpica per la prima volta da Nagano 1998, mentre la Germania deve accontentarsi per l’ennesima volta dell‘argento. Il dato eclatante è rappresentato dal fatto che i tedeschi non vincono un team event in un grande appuntamento da Calgary 1988 e quindi tra Olimpiadi e Mondiali non sono mai riusciti a imporsi dopo l’unificazione.

Medaglia di bronzo per l’Austria infarcita di veterani (si pensi che Stecher, Bieler e Gruber erano membri del quartetto già a Salt Lake City 2002) nonostante non sia riuscita a fare la differenza nel salto, mentre la Francia, autentica delusione di questa edizione olimpica ha concluso quarta. I transalpini, la cui stagione diventa alquanto negativa, chiudono Sochi 2014 senza medaglie dopo aver dominato i Mondiali di Fiemme 2013. L’Italia si è piazzata ottava, risultato leggermente al di sotto delle aspettetive. In ogni caso senza una caduta nel finale di Alessandro Pittin, gli azzurri si sarebbero giocati il sesto posto con gli Stati Uniti e avrebbero ottenuto in risultato in linea con le proprio potenzialità in una competizione su Large Hill.

Data: 20 Febbraio 2014  Ora: 16.00 – 20.13 (19.00 – 23.13 a Sochi)

Disciplina: Figura – Finale Individuale Femminile

Impianto: Iceberg Skating Palace

Risultati di Giornata: Finale Individuale Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Total Score

1

RUS

Adelina SOTNIKOVA

ORO

224.59

2

KOR

Yuna KIM

ARGENTO

219.11

3

ITA

Carolina KOSTNER

BRONZO

216.73

216.73

10

ITA

Valentina MARCHEI

-

173.33

Italiani in gara

Medagliere della FIGURA

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

RUS

3

1

1

5

2

USA

1

0

1

2

2

JPN

1

0

0

1

4

CAN

0

3

0

3

5

KOR

0

1

0

1

6

GER

0

0

1

1

7

KAZ

0

0

1

1

8

ITA

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curiosità

Pattinaggio di figura

  • La Russia non aveva mai vinto nel singolo femminile. Era l’unica gara mai vinta dalla Russia dopo il singolo maschile, la danza, libero coppie e il team event.
  • La russa Adelina Sotnikova diventa la prima donna russa a vincere la gara femminile. La Russia ha cosi vinto tutte le gare del pattinaggio di figura alle Olimpiadi(prima di Sochi le mancavano il singolo femminile, il team event e il libero coppie)
  • La Sotnikova diventa la 4° donna a vincere l’oro nel singolo donne nella gara di casa. Madge SYERS (GBR) ci riusci nel 1908, Carol HEISS (USA) nel 1960 e Sara HUGHES (USA) nel 2002.
  • All’età di  17 anni e 234 giorni, SOTNIKOVA è diventata la piu giovane medagliata a vincere per la Russia nei singoli nel pattinaggio, spezzando il record di Evgeni PLUSHENKO’s (RUS) che vinse l’argento nel 2002 a 19 anni e 103 giorni.
  • La medaglia d’argento  KIM Yuna (KOR) diventa la seconda asiatica a vincere 2 medaglie nella gara femminile dopo CHEN Lu (CHN) che vinse il bronzo nel 1994 e nel 1998. KIM vinse l’oro a Vancouver 4 anni fa.
  • Carolina Kostner ottiene il secondo podio nel pattinaggio di figura alle Olimpiadi dopo il bronzo di Barbara FUSAR-POLI/Maurizio MARGAGLIO (ITA) nel 2002 nella danza.
  • Kim Yuna (Kor) era la campionessa olimpica di Vancouver 2010, e campionessa mondiale a  London, Ontario, Canada

Commenti di Carolina KOSTNER (ITA):

Su come si sentiva dopo il programma libero del Bolero: ‘’Non ho piu niente. Sono esausta. Sul ghiaccio è stato semplicemente incredibile. Incredibile essere qui e onorata di essere qui. Era un sogno pattinare a un concorso da sogno gareggiare ed è un successo farlo alle Olimpiadi.

Su gli anni di duro lavoro per realizzare il suo sogno olimpico: ‘’Io so che cosa significa attraversare momenti bui, e io ho sempre voluto fare una buona gara. È stato un lavoro difficile, ho avuto molti alti e bassi. Per farlo qui, il mio sogno si è realizzato. Io mi ero detta a me stessa che dovevo combattere e che io dovevo credere che niente è impossibile’’.

Su come descriverebbe la gara olimpica: ‘’Magica’’.  Sul raggiungimento dei suoi  obiettivi in una lunga carriera: ‘’Sono stati anni di lavoro, solo imparando a credere in me stessa, questa è il mio percorso di vita. Io mi sono messa il cuore in pace. È stato un mio obiettivo per tanto tempo, di lunga durata’’.

‘’Gara magica per me, tutto il cammino è stato magico. Contenta per tanta gente che mi sta seguendo, non ho ancora avuto tempo per pensare  a quello che ho fatto. Era la mia missione, ce l’ho fatta. Importanti quelle persone  che mi hanno aiutato e che ti danno il coraggio di fare passo per passo ‘’.

‘’Anche se devo dire che la fuori ero da sola,  dietro alle mie  spalle c’era un grande team che ha lavorato duro. ‘’

Palmares Carolina Kostner

  • Carolina Kostner (8 febbraio 1987, Bolzano). È alla terza Olimpiade(a Torino 2006 chiuse 9°, a Vancouver 2010 16°)
  • Società: Fiamme Azzurre.
  • Carolina vinto un mondiale, 5 europei. Ha vinto tutto, compresa la medaglia di bronzo alle Olimpiadi. Non è mai scesa dal podio nell’ultimo quadriennio nelle gare piu importanti.

Palmares mondiali:

1 vittoria nel 2012 (Nizza, Fra)

2 volte 2° (nel 2008 Goteborg, Swe; nel 2013 a London, Canada)

2 volte 3°  (Mosca 2005, Mosca 2011)

ISU world standings leader 2013\2014:  Carolina KOSTNER (ITA)

  • Seconda medaglia dopo Barbara Fusar Poli e Margaglio che vinsero la medaglia nella danza.
  • Barbara Fusar-Poli e Maurizio Margaglio vinsero il bronzo a Salt Lake City 2002.
  • In quella gara Maurizio cadde sbattendo il gomito destro e il ginocchio, ma vinsero il bronzo lo stesso. Fecero l’esibizione sulle note di ‘’I Will Survive’’
  • Carolina Kostner , dopo la medaglia della coppia a Salt Lake City, fece un disegno da dedicare a loro due quando era bambina. Adesso è salita sul podio alle Olimpiadi come fecero loro.(cit. Freri)

Data: 20 Febbraio 2014  Ora: 18.25 – 19.28 (21.25 – 22.28 a Sochi)

Disciplina: Freestyle – Finale Halfpipe Femminile

Impianto: Rosa Khutor Extreme Park

Telecronista: Filicic   Talent: Sartor

 Risultati di Giornata: Finale Halfpipe Femminile

Pos.

Nazionalità

Atleta

Medaglia

Tempo

1

USA

Maddie BOWMAN

ORO

89.00

2

FRA

Marie MARTINOD

ARGENTO

85.40

3

JPN

Ayana ONOZUKA

BRONZO

83.20

Italiani in gara

Medagliere della FREESTYLE

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

CAN

3

3

1

7

2

USA

3

2

2

7

2

BLR

2

0

0

2

4

FRA

1

2

2

5

5

AUS

0

1

1

2

5

CHN

0

1

1

2

7

JPN

0

0

1

1

7

RUS

0

0

1

1

L’Italia nel medagliere

Info e Curiosità

  • Maddie BOWMAN (USA) ha vinto la sua prima medaglia d’oro nell’halfpipe femminile.
  • Gli Usa ora hanno vinto 8 medaglie d’oro nel freestyle, piu di qualsiasi altra nazione.
  • Gli Usa sono l’unica nazione a vincere in tutte e 4 le gare nel freestyle a Sochi 2014: sia nello ski halfpipe maschile e femminile sia nello slopestyle maschile e femminile.
  • Ha vinto tre di queste quattro gare: ski halfpipe maschile e femminile, e lo slopestyle maschile.
  • Marie MARTINOD (FRA) è la terza francese a vincere una medaglia nel freestyle e la prima a vincere l’argento. Le altre due medaglie erano bronzi.
  • Ayana ONOZUKA (JPN) è la seconda atleta a vincere una medaglia nel freestyle per il Giappone dopo Tae SATOYA (JPN), che vinse l’oro nelle gobbe femminili nel 1998 e il bronzo nel 2002.

 

Data: 20 Febbraio 2014    Ora: 13.00 – 20.59  (16.00 – 23.59 a Sochi)

Disciplina: Hockey  – Torneo Femminile

Impianto: Bolshoy Ice Dome

Risultati di Giornata: Torneo Femminile

Prova

Partita

Risultato

TELECRONACA

Torneo Femminile – Finale per il BRONZO

SUI-SWE

4-3

Lazzarotto – Da Rin

Torneo Femminile – Finale per l’ORO

CAN-USA

3-2

Molla – Orrigoni

 

Medagliere del’ HOCKEY FEMMINILE

Pos.

Nazione

Medaglia

1

CANADA

ORO

2

USA

ARGENTO

3

SVIZZERA

BRONZO

Info e Curiosità

  • Il Canada vince di nuovo la medaglia d’oro dopo Vancouver  battendo gli Usa 3-2 all overtime al Bolshoy Ice Dome.
  • È stata un grande spettacolo, la quarta vittoria consecuitiva del Canada alle OLimpiadi(dal 2002)
    Per gli Usa, sconfitti solo nel finale, è la terza medaglia d’argento olimpica. Gli usa hanno vinto a Nagano nel 1998, quando l’hockey ghiaccio fu introdotto nel programma olimpico. A Salt Lake City e Vancouver argento, a Torino vinsero il bronzo.

Il Canada batte per tre a due all’overtime gli Stati Uniti e si aggiudica laquarta medaglia d’oro olimpica consecutiva nell’hockey femminile. Il primo periodo è sostanzialmente di studio, con le due squadre che non riescono a sbloccare il punteggio nonostante i dieci minuti complessivi (sei in favore degli Stati Uniti, quattro in favore del Canada) di powerplay. Al primo riposo si va così sullo zero a zero.

Poche emozioni anche nella prima metà del secondo periodo. La partita si sblocca al dodicesimo minuto, quandoMeghan Duggan porta in vantaggio gli Stati Uniti, fissando il punteggio sull’uno a zero con il quale termina il secondo periodo. Il terzo periodo è uno dei più rocamboleschi della storia dell’hockey su ghiaccio femminile. Dopo due minuti gli Stati Uniti raddoppiano con Alex Carpenter, per un doppio vantaggio che sembra chiudere la partita. Il Canada ci prova invano in tutti i modi fino agli ultimi cinque minuti, quando Brianne Jenner dimezza lo svantaggio, costringendo coach Kevin Dineen a puntare il tutto per tutto togliendo il portiere Shannon Szabados nel tentativo di acciuffare il pareggio. Ed il miracolo avviene proprio all’ultimo minuto con un gol di Marie-Philip Poulin, che porta il punteggio sul due a due prolungando la sfida all’overtime.

A questo punto le statunitensi, stanche e demoralizzate per l’occasione incredibilmente persa, di fatto si arrendono, con Poulin che diventa eroina della serata realizzando il gol decisivo che regala al Canada la medaglia d’oro numero quattro consecutiva alle Olimpiadi, la più insperata e forse per questo la più bella. Per gli Stati Uniti un argento bruciante che bissa quello vinto quattro anni fa a Vancouver, mentre il bronzo va alla Svizzera che regola la Svezia nella finale per il terzo posto.

Data: 20 Febbraio 2014  Ora: 09.30 – 17.58  (12.30 – 20.58 a Sochi)

Disciplina: Curling  – Torneo Femminile

Impianto: Ice Cube Curling Centre

Risultati di Giornata: Torneo Femminile

Prova

Partita

Risultato

TELECRONACA

Torneo Femminile – Finale per il BRONZO

GBR-SUI

6-5

Rizzica – Margheritis

Torneo Femminile – Finale per l’ORO

SWE-CAN

3-6

Pontara – Retornaz

 

Medagliere del CURLING FEMMINILE

Pos.

Nazione

Medaglia

1

CANADA

ORO

2

SVEZIA

ARGENTO

3

GRAN BRETAGNA

BRONZO

Info in Breve

  • Il Canada, imbattuto, entra nella storia vincendo contro le campionesse olimpiche della Svezia nella finale di curling femminile
  • Il Canada ha vinto tutte le partite di Sochi e diventa la prima squadra a vincere tutte le partite in un singolo torneo femminile ai Giochi Olimpici Invernali.
  • Il Canada, con la vittoria di oggi, è l’unica nazione ad essere sempre salita sul  podio nel curling femminile alle Olimpiadi , dopo aver vinto l’oro nel 1998 , il bronzo nel 2002 e nel 2006 e l’argento nel 2010.
  • Il Canada vendica la sconfitta subita dalla Svezia in casa a Vancouver.
  • L’unica partita ad eliminazione diretta alle Olimpiade giocata da queste due nazioni  era stata la finale quattro anni fa a Vancouver . La Svezia aveva vinto la partita 7-6 dopo 11 ends. Canada stava vincendo 6-4 dopo nove ends.
  • Questa è la settima partita tra queste due squadre femminili ai Giochi Olimpici Invernali . Il Canada ha vinto cinque degli ultimi sette incontri , tra cui il match di Round- Robin Martedì 11 febbraio ( 9-3 dopo otto end) .
    La Svezia ha vinto la finale nel 2006 e nel 2010 dopo essersi aggiudicata il bronzo nel 1998. E ‘ finita invece sesta nel 2002.
    Queste nazioni hanno giocato 49 partite ai campionati del mondo , con il Canada che ne ha vinte 29 e la Svezia 20 . La Svezia aveva vinto le ultime quattro partite contro il Canada prima della sconfitta subita oggi in finale.
  • Il Canada eguaglia la Svezia con due medaglie d’oro nel curling femminile. Aveva vinto il primo oro alle Olimpiadi nel 1998 quando la disciplina diventò olimpica per la prima volta anche per le donne.
  • La Svezia vince la sua quarta medaglia nel curling femminile. È la prima volta che vince l’argento dopo aver gia vinto 2 ori e 1 bronzo.
  • La Gran Bretagna ha vinto la sua seconda medaglia nel curling femminile dopo l’oro nel 2002. Questo è il primo evento di squadra dal 1998 in cui la Gran Bretagna ha vinto due medaglie (bob a 4 maschile)
  • Canada, Svezia e Gran Bretagna sono le uniche nazioni ad aver vinto l’oro nel torneo olimpico femminile
  • Curling femminile: La Gran Bretagna vince il bronzo
  • La Gran Bretagna batte la Svizzera 6-5 nella finale per il terzo posto.
  • La Gran Bretagna diventa la squadra piu giovane a medaglia alle Olimpiadi (età media è di 23 anni e  255 giorni). La squadra  cinese, che  aveva vinto il bronzo a Vancouver 2010, aveva un’età media di 25 anni e  140 giorni.
  • La 4 volte atleta olimpica Mirjam OTT (SUI) fallisce il suo obiettivo di diventare la prima atleta di curling a vincere 3 medaglie ai Giochi Olimpici invernali, dopo aver vinto l’argento a Salt Lake City 2002 e Torino 2006 (fu invece quarta a Vancouver, come oggi a Sochi)

 

Medagliere Generale

Pos.

Nazione

ORO

ARGENTO

BRONZO

Totale

1

NOR

10

4

7

21

2

USA

8

6

11

25

3

GER

8

4

4

16

4

RUS

7

9

7

23

5

CAN

7

9

4

20

6

NED

6

7

9

22

7

SUI

6

3

2

11

8

BLR

5

0

1

6

9

FRA

4

4

7

15

21

ITA

0

2

6

8