Il programma della giornata odierna: 

Data 20 Febbraio

Disciplina: Sci Freestyle – Ski Cross M

Qualificazione (Ore: 8.40-9.28) Finale (10.25-12.03)

Rosa Khutor Extreme Park

 

Favoriti: Victor OEHLING NORBERG (SWE), Alex FIVA (SUI), Andreas MATT (AUT)

Outsider: Daniel BOHNACKER (GER), David DUNCAN (CAN), Michael SCHMID (SUI)

Vancouver 2010

Oro: Michael SCHMID (SUI)

Argento: Andreas MATT (AUT)

Bronzo: Audun GROENVOLD (NOR)

World champion 2013: Jean Frederic CHAPUIS (FRA), in Voss, Norway

World cup leader 2013/14: Victor OEHLING NORBERG (SWE)

Info: Lo ski Cross venne introdotto alle Olimpiadi solo a Vancouver nel 2010

Michael Schmid (Sui), medaglia d’oro a Vancouver 2010, ha gareggiato solo in 6 gare di coppa del mondo a partire dalla stagione 2009\10 a causa della rottura del legamento crociato anteriore e le complicazioni associate alla sua riabilitazione da quegli infortuni. Nella sua terza gara nel 2013/14 a Kreischberg, Austria – l’ultima gara prima di Sochi 2014 – ha ottenuto un terzo posto. Il compagno di squadra di Schmid, Alex FIVA (SUI) , fu il vincitore della coppa del mondo generale di ski cross nel 2012/13, davanti al forte compagno di squadra svizzera, Armin NIEDERER.

Il back-to-back di vittorie in Italia di Duncan è stata la prima volta in cui un atleta di sci cross ha fatto registrare vittorie in giorni consecutivi. Le vittorie erano state la prima e la seconda della sua carriera; inoltre lui aveva ottenuto un terzo posto due gare dopo con un grande performance dimostrando che le gare in Italia non erano state solo un colpo di fortuna.

Christopher DELBOSCO (CAN) e Andreas MATT (AUT) erano arrivati entrambi in finale a Vancouver, con MATT che ha conquistato l’argento e DELBOSCO era caduto nel tentativo di vincere l’oro. Entrambi stanno sciando molto bene questa stagione. Victor  OEHLING-NORBERG (SWE) è un candidato tra gli outsider per l’oro a  Sochi 2014. È stato l’atleta piu costante in coppa questa stagione, e ha vinto il test preolimpico qui a Sochi nel Febbraio 2013.

Con sei differenti vincitori delle 7 gare di coppa del mondo, 13 atleti hanno ottenuto almeno un podio.

David DUNCAN (CAN) è l’unico sciatore con 2 vittorie in stagione, arrivati in giorni consecutive nella stessa pista di Innichen/San Candido, Italia. Anche senza una vittoria, Victor OEHLING NORBERG (SWE) è riuscito a ottenere 3 podi in stagione, tutti ottenuti in Val Thorens, Francia, in un percorso molto simile a quello di Sochi. non bisogna dimenticare che la medaglia d’oro di Vancouver 2010, Michael SCHMID (SUI), era ritornato a gareggiare dopo aver saltato la maggior parte delle ultime 3 stagioni per problemi al ginocchio.

Disciplina: Curling Femminile

Ice cube curling centre

 

Finale 3°-4°  posto: Ore Ore  9.30 -12.30

Gran Bretagna-Svizzera (Telecronaca-Talent: Rizzica-Margheritis)

Finale 1°-2°  posto: Ore 14.30-17.58

Svezia-Canada  (Telecronaca-Talent: Pontara-Retornaz)

Disciplina: Combinata Nordica a squadre – salto LH

Salto (Ore 08.55-9.33) 4×5 km fondo (11.50-13.18)

RusSki Gorki Jumping Centre

Italia: Pittin, Costa, L.Runggaldier, Bauer

Favoriti: Germany, Norway, France

Outsider: Austria, USA, Japan

Campione olimpico: Austria

Campione del mondo: Francia

Vancouver 2010

Oro: Austria

Argento: USA

Bronzo: Germany

2013 world champion: France

Info:  L’Austria può vincere la terza medaglia d’oro consecutiva alle Olimpiadi, ma dovrà affrontare la dura concorrenza  di Germania, Norvegia e Francia.

Austria e Giappone sono le uniche nazioni ad aver vinto questa gara dal 1988, da quando è olimpica.

Mario Stecher (AUT) può diventare il primo uomo a vincere tre medaglie d’oro alle OLimpiadi nella gara a  squadra. Può eguagliare Felix GOTTWALD (AUT), Samppa LAJUNEN (FIN) e Ulrich WEHLING (GDR) come unico uomo a vincere tre medaglie d’oro  olimpiche nella Combinata Nordica(sia gare individuali sia a squadre).

Disciplina: Hockey F

Bolshoy Ice Dome

Finale 3°-4°  posto:

Ore 13.00-15.30: Svizzera-Svezia

Finale 1°-2° posto:

Ore 18.00-20.59: Canada-Usa

2010 Vancouver  (16-28/02)

1 Canada

2 Stati Uniti

3 Finlandia

 

Disciplina: Pattinaggio di Figura : Libero (Femminile)

Ore 16.00-20.13

Iceberg Skating Palace

 

Italiane: Kostner, Marchei

2010 VANCOUVER (23-25/02)

1 Kim Yu-Na  KOR  228,56

2 Mao Asada JPN  205,50

3 Joannie Rochette CAN 202,64

16a Carolina Kostner

All’Iceberg Palace di Sochi è andato in scena il programma corto più spettacolare di sempre con ben tre atlete oltre i 74 punti. La gara è salita di colpi nel finale, quando le atlete dell’ultimo gruppo hanno tentato invano di scalzare Yuna Kim dal vertice della classifica, in quanto scesa in pista tra le prime, a causa del basso ranking ISU dovuto all’assenza di gare nell’ultimo anno.

La campionessa olimpica in carica Yuna Kim è al comando dopo lo Short Program femminile con lo strepitoso punteggio di 74,92 frutto di un punteggio tecnico elevato costruito con dei salti quasi perfetti. La combinazione triplo Lutz – triplo Toeloop con un atterraggio scivolato di grandissima fattura è da antologia, ai quali ha aggiunto un solidissimo triplo Flip e un doppio Axel ben eseguito. Dal punto di vista tecnico, cercando l’ago nel pagliaio, segnaliamo la trottola rovesciata di livello 3, così come la sequenza di passi. I components invece hanno fatto segnare il nuovo, momentaneo, record del mondo con 35,89 grazie ad un programma preciso e ricco di elementi e di difficoltà. Il tutto non gli ha permesso di migliorare il suo record del mondo di Vancouver (78.50) solamente per via dell’assenza della spirale nel nuovo corto imposto dall’ISU.

Seconda posizione per la russa, padrona di casa, Adelina Sotnikovache, scesa sul ghiaccio per penultima, risolleva le sorti dei padroni di casa dopo la debacle di Lipnitskaya. L’allieva di Elena Buianova ha eseguito al meglio una meravigliosa Carmen aprendo con la combinazione triplo Toeloop – triplo Toeloop altissima seguita da un triplo Flip  ben eseguito, ambo le trottole di livello quattro, un solido triplo Axel e una sequenza di passi precisa ed elaborata che l’ha portata ad ottenere il livello 4, unica pattinatrice delle 30 scese sul ghiaccio ad ottenerlo. Ben pagata pure sui components (35,55) per totali 74.64 punti, che rappresenta il nuovo record europeo nel programma corto.

Dicevamo record momentaneo di Kim sulle componenti in quantoCarolina Kostner ha rialzato l’asticella a 36,63 con un “Ave Maria” meravigliosa e ricca di elementi coreografici di alta qualità, nonostante delle transition che non superano, giustamente, il nove. La nostra portacolori ha totalizzato 74.12 punti, suo nuovo record personale, chiudendo a stretto contatto dalla campionessa olimpica in carica. Carolina ha aperto il programma con la combinazione triplo Flip – triplo Toeloop, proposta con la chiara intenzione di attaccare le rivali rispetto all’abituale e più conservativa combinazione con due tripli Toeloop. Pregevoli anche il triplo Rittberger e il doppio Axel, con i passi di livello tre, come la rivale asiatica, e la trottola rovesciata costruita per arrivare al livello tre. Domani potrà andare a caccia di una medaglia, che coronerebbe una carriera di altissimo livello.

Vicinissima al proprio personale, l’americana Gracie Gold si è piazzata al quarto posto. L’allieva di Frank Carroll ha pasticciato oltremodo sull’atterraggio sia del doppio Axel che del triplo Toeloop della combinazione, al limite anche della rotazione, errori controbilanciati da delle trottole di altissima fattura.

Solo quinta la favorita da parte dei Bookmakers della vigilia Julia Lipnitskaya che paga a carissimo prezzo una caduta sul triplo Flip, degradato a doppio. Va rimarcato che il pannello non ha chiamato un filo interno evidentissimo sul Lutz della combinazione. Le solite trottole di qualità e spettacolarità, di livello quattro, la tengono in vita per la caccia ad una medaglia, anche se il distacco, alla luce dei risultati odierni delle prime tre, non è facilmente ricucibile.

Sesta e settime le due statunitensi Ashley Wagner e Polina Edmunds, con la prima che paga l’ormai classico errore sulla combinazione d’apertura e la seconda, scesa sul ghiaccio tra le prime, la mancanza di rotazione sul Toeloop della combinazione.

La grande delusa di giornata è la giapponese Mao Asada. La nipponica ha messo sul ghiaccio un “Notturno in mi bemolle maggiore” di Chopin disastroso, ricco di sbavature e tensione, che l’affossano in sedicesima posizione parziale. L’allieva di Nobuo e Kumiko Sato ha sbagliato completamente tutti e tre i salti, cadendo sul triplo Axel, chiamato sottoruotato come il triplo Flip e atterrando a piedi pari sul primo Rittberger della combinazione chiamata dunque in sequenza e con annesso grado di esecuzione negativo per totali 22,63 punti di tecnico. A nulla sono valsi i 33.88 di program components che non sono sufficienti a tenerla a galla per la corsa alle medaglie.

Discreta prestazione per Valentina Marchei. La ventisettenne milanese ha aperto il programma con la combinazione triplo Salchow – tripo Toeloop dove però non ha completato la rotazione chiudendolo solo  doppio con un atterraggio problematico che gli è costato un grado di esecuzione negativo. Anche il Lutz non è stato quello dei giorni migliori e i 27.52 punti pesano tantissimo sulla classifica di Valentina che a livello di secondo punteggio ha ottenuto 29.50 frutto di una bellissima interpretazione di “Torna a Suriento” che ha strappato gli applausi di tutta l’arena. Domani nel programma libero la pattinatrice italiana potrà migliorare la classifica (dodicesima) con una prova solida e convincente.

Domani pomeriggio, a partire dalle ore 16:00 andrà in scena l’atto conclusivo del pattinaggio di figura con il programma libero.

Ecco la classifica dopo lo Short Program:

1QKIM YunaKOR74.9239.0335.89
2QSOTNIKOVA AdelinaRUS74.6439.0935.55
3QKOSTNER CarolinaITA74.1237.4936.63
4QGOLD GracieUSA68.6336.5532.08
5QLIPNITSKAYA YuliaRUS65.2333.1533.08
6QWAGNER AshleyUSA65.2131.4333.78
7QEDMUNDS PolinaUSA61.0432.9828.06
8QSUZUKI AkikoJPN60.9728.7132.26
9QMEITE Mae BereniceFRA58.6330.8327.80
10QWEINZIERL NathalieGER57.6331.9425.69
11QLI ZijunCHN57.5530.0127.54
12QMARCHEI ValentinaITA57.0227.5229.50
13QOSMOND KaetlynCAN56.1827.5128.67
14QZHANG KexinCHN55.8032.6823.12
15QMURAKAMI KanakoJPN55.6026.7228.88
16QASADA MaoJPN55.5122.6333.88
17QGEDEVANISHVILI EleneGEO54.7027.5127.19
18QKIM HaejinKOR54.3729.2325.14
19QDALEMAN GabrielleCAN52.6128.0724.54
20QUKOLOVA ElizavetaCZE51.8729.7222.15
21QRAJICOVA NicoleSVK49.8026.6323.17
22QHAN BrookleeAUS49.3226.3722.95
23QPARK So YounKOR49.1425.3523.79
24QGJERSEM Anne LineNOR48.5626.1322.43
25McCORKELL JennaGBR48.3425.3423.00
26FRANK KerstinAUT48.0026.6421.36
27HELGESSON ViktoriaSWE47.8421.8327.01
28POPOVA NataliaUKR47.4224.3023.12
29GLEBOVA ElenaEST46.1922.5923.60
30WILLIAMS IsadoraBRA40.3718.9321.44

Disciplina: Sci Freestyle – Halfpipe Femminile

Qualificazione (Ore 15.25-16.48); Finale (Ore 18.25-19.28)

Rosa Khutor Extreme Park

Italiane: nessuno

Favorite: BOWMAN (USA), GROENEWOUD (CAN), SIGOURNEY (USA)

Outsider: MARTINOD (FRA), Virginie FAIVRE (SUI), Ayana ONOZUKA (JPN)

Vancouver 2010: (N/A)

World champion 2013: FAIVRE (SUI)

Info: prima gara alle Olimpiadi per lo ski halfpipe femminile

Maddie Bowman(Usa), vincitrice degli X Games nel 2014, è la favorita, ma la squadra Usa è composta da un gruppo fortissimo di atleti. Brita SIGOURNEY e Angeli VANLAANEN hanno entrambi ottenuto vittorie significative in stagione, mentre la quarta americana, Annalisa DREW, è finita nelle prime 10 in ogni gara del 2013-2014.

Oltre alla vittoria agli X Games, la BOWMAN ha anche vinto al grand prix Americano, la coppa del mondo, ed è l’atleta con piu successi nel 2013\14.

Rosalind GROENEWOUD (CAN) sembra aver recuperato pienamente dall’operazione alle due ginocchia e dovrebbe essere l’avversaria piu temibile per le americane. Agli X Games del 2014, la sua prima gara dopo l’operazione si era piazzata seconda dietro la Bowman.

Terza agli X Games fu Marie MARTINOD (FRA). La 29enne, ritiratasi nel 2006 per maternità, ha deciso di tornare a gareggiare nel 2012/13 con l’obiettivo di vincere l’oro. MARTINOD  sta disputando una grandissima stagione, e non deve essere sottovalutata per la sua età.

La Campionessa del Mondo del 2013 e vincitrice della coppa del Mondo generale della stagione 2012\2013 Virginie FAIVRE ha saltato la maggior parte della stagione 2013/14 per un infortunio alla schiena, e ha sciato solo in due gare. La sua ultima gara prima dei Giochi fu in Coppa del Mondo a  Gennaio  a Calgary, dove concluse seconda.

La 18enne Rowan Cheshire(Gbr), è stata costretta a dare forfeit a causa di una contusione in allenamento a Sochi.

Sarah BURKE (CAN), morta dopo una caduta nell’allenamento in halfpipe circa 2 anni fa, è diventata un modello di atleta e donna per molte atlete del circuito.