La Juventus rompe gli indugi e si sta muovendo con decisione per Wesley Sneijder (foto by InfoPhoto), il giocatore che Massimiliano Allegri ha indicato come il rinforzo ideale per il suo 4-3-1-2. Un paio di giorni fa la dirigenza bianconera ha preso contatti con l’entourage dell’olandese per sondarne la disponibilità a cambiare casacca: disponibilità che l’ex nerazzurro ha assicurato con entusiasmo, a patto che si tratti di un trasferimento a titolo definitivo e non in prestito, prospettiva gradita anche al Galatasaray, suo attuale club.

Sneijder alla Juve, la situazione

La situazione è al contempo semplice e intricata. Semplice, perché le volontà dei due club, Juventus e Galatasaray, quanto quella del calciatore, convergono verso una soluzione positiva della trattativa: la Juve vuole Sneijder, Sneijder vuole cambiare aria e i turchi sarebbero ben lieti di ricevere moneta sonante per le loro esigue casse. Intricata, perché le condizioni economiche in cui versa il club di Istanbul, il pesante ingaggio dell’olandese e la poca voglia dei bianconeri di mettere mano al portafoglio rendono la trattativa più complessa che mai.

Riassumendo: Sneijder percepisce 5,5 milioni di euro netti a stagione e gode di un contratto fino al 2016; di contro, la grave crisi finanziaria del Galatasaray sta bloccando il versamento dello stipendio, ormai in arretrato di quattro mesi. Da parte sua, la Juventus è pronta a garantire a Wes 4,5 milioni di euro netti per 18 mesi di contratto: meno di quanti ne dovrebbe percepire secondo l’attuale contratto, ma più di quelli che effettivamente rischia di ricevere, date le circostanze. D’altra parte, il Galatasaray ha bisogno di soldi e vorrebbe guadagnare qualcosa dalla cessione di Sneijder: non certo i 20 milioni previsti dalla clausola di rescissione, ma una cifra tra i 6 e gli 8 milioni sì.

Pericolo MLS

Tutto è in mano alla Juve, dunque, che deve decidere se investire una cifra comunque non indifferente (almeno 15 milioni di euro tra cartellino e ingaggio lordo), per un giocatore che a giugno avrà 31 anni e non si è mai ripetuto sui livelli del 2009-10. Attenzione, però, perché il tempo è poco e la MLS è in agguato: secondo la stampa inglese, infatti, i Toronto FC, sarebbero pronti a offrire all’olandese un succulento ingaggio per averlo già a partire da marzo, all’inizio della nuova stagione della lega americana.