Come per Gianluca Rulfi nello sci alpino femminile: Armin Zoeggeler fa il suo esordio da capo allenatore dello slittino continuando la sua straordinaria carriera, come fosse un filo conduttore, cioè vincendo, anche da tecnico! Inizia infatti alla grandissima la stagione 2015-2016 della squadra italiana di slittino: a Igls, in Tirolo, pista storica a due passi da Innsbruck, Dominik Fischnaller conquista il suo secondo successo della carriera nel circuito maggiore, precedendo sul traguardo gli austriaci Armin Frauscher (al primo podio assoluto) e Wolfgang Kindl. Germania incredibilmente fuori dalle prime tre posizioni.

GARA

Dopo aver fatto segnare il quarto crono in fase di spinta nel corso della prima manche, il 22enne di Rio di Pusteria chiudeva una discesa pulita e senza sbavature al secondo posto, a soli 0.062 dal fuoriclasse tedesco Felix Loch. A questo punto avveniva il colpo di scena: il bi-campione olimpico in carica veniva squalificato a causa del peso fuori norma della sua slitta. Si aprivano dunque degli scenari imponderabili alla vigilia.

Nella seconda frazione Fischnaller, che ha lavorato molto sulla spinta, si peggiorava notevolmente in partenza, da 5.376 a 5.408, appena il sedicesimo parziale. Ciò nonostante riusciva a pennellare le curve con classe sconfinata, riuscendo ad imporsi di un’inezia su Frauscher, classe 1994 che si è esaltato sulla pista di casa. Chiude il podio un altro austriaco, Wolfgang Kindl, distante appena 32 millesimi dall’italiano, a testimonianza di una gara tiratissima.

GERMANIA

Desta scalpore un podio privo di atleti tedeschi: l’ultima volta era accaduto lo scorso anno a Lillehammer. Il migliore dei teutonici si è rivelato Andi Langenhan, quarto a 0.053 dalla vetta. Quinto il russo Roman Repilov, campione del mondo juniores in carica, subito davanti al tedesco Johannes Ludwig e all’americano Tucker West. Solo ottavo il campione iridato russo Semen Pavlichenko. In gara erano presenti altri due azzurri: Theo Gruber ed Emanuel Rieder hanno chiuso rispettivamente 17° e 18°.