Milan Skriniar è un calciatiore dell’Inter. Non ci sono più dubbi su una trattativa che era vicina alla conclusione già da qualche giorno. A confermare che il difensore slovacco vestirà di nerazzurro è stato il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, nel corso di una intervista rilasciata a Radio Goal, programma dell’emittente paertenopea Radio Crc.

“Skriniar è andato, come Schick. Quanto l’ha pagato l’Inter? Preferisco non parlarne, per me i soldi non contano. Fosse per me, chiederei a Dio di sostituire il denaro con delle palline di cioccolato, che uno mangia e basta”, il come al solito mai banale intervento del numro uno blucerchiato.

All’interno dell’operazione (che dovrebbe portare nelle casse doriane 20 milioni di euro, altro che cioccolato) finiranno senz’altro Caprari e probabilmente il giovane classe ’95 Fabio Eguelfi, esterno difensivo che diventerà doriano con la formula del prestito con diritto di riscatto in fvore della Samp.

Sessione estiva che ha regalato al club ligure due importanti plusvalenze. Il merito è del fiuto di mercato dello scouting blucerchiato, bravo a scovare prima della concorrenza Schick e Skriniar, rivenduti un anno più tardi a prezzi decuplicati ? Non solo, ad ascoltare le parole di Ferrero il merito è soprattutto di “San Culino, che ci ha detto bene …”.